Quantcast

Codacons lancia la crociata contro i proprietari maleducati di cani

In Toscana un'azione contro i proprietari che fanno defecare il proprio animale sui marciapiedi senza raccogliere gli escrementi

Codacons lancia la crociata contro i proprietari maleducati di cani.

Dietro il latrare del cane, le paure e le insofferenze degli animali domestici nonché i cattivi odori dovuti da una scarsa igiene dell’animale, si nasconde l’incapacità di gestione e cura da parte dell’uomo. Lo afferma il Codacons, che lancia oggi in Toscana una azione contro i proprietari maleducati di cani che fanno defecare il proprio animale sui marciapiedi senza raccogliere gli escrementi, o che arrecano disturbo ai vicini lasciando abbaiare i cani in modo incessante e non provvedendo alla cura dell’igiene degli stessi, generando odori molesti nei condomini.

“Anche in Toscana tra i primi motivi di liti e controversie condominiali ci sono proprio gli animali domestici, che sfociano in cause legali ad esempio quando abbaiano disturbando la quiete del vicinato, o quando sporcano le aree comune – spiega il Codacons – Problemi che sono imputabili non certo all’animale, ma all’incapacità dei padroni di gestire e accudire il proprio cane nel rispetto degli altri cittadini, calpestando il sacrosanto diritto a vivere la casa, le occupazioni, il lavoro, lo studio ed il riposo”

Per tale motivo il Codacons, a seguito delle crescenti segnalazioni ricevute dai cittadini della regione circa problemi legati alla scarsa cura dei cani, lancia oggi una azione legale mettendo a disposizione degli utenti un modulo da inviare alle Asl locali laddove si ritiene sussistere una cattiva cura ed una scarsa condizione igienica dell’animale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.