Quantcast

S. Concordio, il sindaco scrive alla Soprintendenza: “Rivedere le prescrizioni per il canale”

Tambellini: "Riaprire un tratto di 30 metri non è opportuno anche per motivi igienico sanitari"

Modificare le prescrizioni per evitare di dover riaprire di 30 metri il canale Benassai a San Concordio, evitando così di creare un vulnus all’economia del quartiere e alla sua viabilità. Da ultimo poi, è stato messo in rilievo anche il rischio igienico sanitario dopo che alcuni ratti sono stati visti uscire dal canale, in un caso infilandosi anche in un negozio.

Il sindaco Alessandro Tambellini ha scritto una lettera alla Soprintendenza con la quale chiede la revisione delle prescrizioni riguardanti i lavori al canale.

“La richiesta viene avanzata in considerazione delle problematiche igienico-sanitarie che si possono verificare per la presenza di un tratto del canale a cielo aperto, all’interno di un quartiere densamente abitato e con numerose attività commerciali – spiega l’amministrazione -, come dimostrano i fatti riportati anche dagli organi di stampa nei giorni scorsi. Il sindaco ritiene opportuno che sia ripristinata la copertura dell’intero corso del canale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.