Quantcast

La Cgil in ricordo di Massimo Matteoni a un anno dalla morte

Domenica messa in suffragio alla chiesa di Paganico, si pensa a una mostra con i suoi dipinti a tema lavoro

A un anno dalla sua scomparsa, avvenuta il 9 settembre 2020, la Cgil di Lucca vuole ricordare Massimo Matteoni, già direttore del patronato Inca-Cgil, poi parte del sindacato dei cartai dal termine del mandato.

“Un uomo giusto – ricorda il sindacato – umile, competente, disponibile, colto e gran lavoratore. Un bene prezioso per la Cgil, in cui iniziò a muoversi già giovanissimo facendo sempre del bene ed arrivando ancora in giovane età alla carica di direttore del patronato Inca, e per tutti coloro che ebbe modo di aiutare nel corso della sua lotta in tutela dei diritti dei lavoratori. Sempre dalla parte dei più deboli, nel corso del suo operato riuscì anche ad individuare numerose imprecisioni dell’Inps nel calcolo dell’importo delle pensioni spettanti a molti lavoratori, impegnandosi personalmente nella ricerca a tappeto e nella correzione di questi errori. Poi la malattia, con cui ha stoicamente lottato senza tregua per anni, senza però farcela nonostante le cure a cui si sottopose e il sostegno della famiglia, degli amici e dei compagni, che un anno fa hanno perso un grande uomo e un grande sindacalista che resterà indelebile nei loro ricordi e nei loro cuori”.

In sua memoria, la famiglia farà celebrare domenica (12 settembre) alle 9,30, una messa alla chiesa di Paganico. Inoltre la Cgil Lucca ha già aperto un dialogo con il Comune di Capannori per il futuro allestimento di una mostra contenente i dipinti di Matteoni, i cui soggetti a tema lavorativo “possano essere – dice il sindacato – una concreta testimonianza del suo lascito a livello artistico, intellettuale e soprattutto umano”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.