Quantcast

Guida in stato di ebbrezza, 31 denunciati

Quaranta le patenti ritirate dalla polizia stradale

Più informazioni su

Settembre è il tempo dei bilanci per la polizia stradale di Lucca che vigila, con le sue donne e i suoi uomini, su una rete stradale a forte vocazione turistica, anche in quest’estate nonostante il Covid-19. I poliziotti hanno effettuato numerosi controlli, mirati sia a verificare il rispetto delle normative sanitarie in tema di pandemia, sia a prevenire eventuali episodi criminosi nelle aree di servizio e lungo le principali arterie della provincia.

Molte energie sono state, poi, dedicate a combattere il fenomeno della guida in stato di ebrezza, soprattutto nelle notti versiliane e una particolare attenzione è stata riservata ai giorni di esodo e controesodo, durante i quali la presenza della stradale è determinante sia per gestire i flussi veicolari che per offrire assistenza ai viaggiatori.

Sono state impegnate nella vigilanza stradale sul territorio provinciale 833 pattuglie che hanno soccorso 324 automobilisti in panne, controllato 2104 veicoli e identificato 2887 persone; tra queste, poi, 31 sono state denunciate alla Procura, di cui 15 perché sotto l’effetto di alcol.
40 le patenti ritirate, 19 sanzioni elevate per guida senza patente e 2147 quelle per eccesso di velocità, 38 le contravvenzioni per mancata copertura assicurativa, 89 veicoli sequestrati o fermati e 9244 i punti sottratti dalle patenti.
Il risultato più importante poi: zero nella casella degli incidenti mortali.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.