Quantcast

Indagini sullo spaccio di droga, in manette un 23enne

Documentata la cessione di stupefacente a oltre 13 persone: scatta l'arresto

Questa mattina (22 settembre) a Lucca, i carabinieri della sezione radiomobile della locale compagnia hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del tribunale di Lucca, a carico di un 23enne, di origine tunisina, nullafacente e senza fissa dimora, per il reato di detenzione ai fini di spaccio e spaccio di sostanze stupefacenti.

L’indagine ha avuto inizio il 7 aprile, quando i militari, impegnati in un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nella stazione ferroviaria di Lucca, sorprendevano il giovane mentre si avvicinava ad un altro soggetto noto consumatore di sostanze stupefacenti con fare sospetto.

Date le circostanze il 23enne, conosciuto nell’ambiente come Cappellino, era stato sottoposto a perquisizione personale e trovato in possesso di cinque grammi di marijuana suddivisa in dosi. I successivi accertamenti, durati oltre quattro mesi, hanno consentito ai carabinieri di documentare oltre 600 attività di spaccio al dettaglio di eroina, commesse nei confronti di 13 persone.

L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato al carcere di Pisa a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.