Quantcast

Colpita da un’auto di una collega nel parcheggio del San Luca: in fin di vita infermiera di 56 anni

La donna è stata investita nell'area del nuovo ospedale alle prime ore del mattino: da subito si è capito che le sue condizioni erano gravissime

Una tragedia che si è consumata in pochi secondi. L’urto, la caduta e poi le speranze ridotte al lumicino. È il bilancio di un’alba da dimenticare all’ospedale San Luca di Lucca.

09-ospedale-san-luca--lucca.jpg

Il luogo è il parcheggio dei dipendenti del monoblocco, alle spalle del pronto soccorso, fra l’edificio ospedaliero e la palazzina adibita ad amministrazione e logistica. Una infermiera di 56 anni che stava per entrare in turno, per cause al vaglio dei carabinieri e anche dei medici, è stata colpita dalla macchina di una collega in manovra. Una caduta rovinosa e un trauma cranico violenta che riduce le speranze di salvezza della donna davvero al lumicino.

Erano le 6,30 del mattino, l’ora del cambio del turno. Le due dipendenti dell’Asl Toscana Nord Ovest facevano parte del turno montante alle prime ore del mattino. La dinamica non è ancora chiara: forse un malore prima dell’incidente, forse una caduta rovinosa su uno spigolo di uno dei marciapiedi dell’area. Fatto sta che per la donna si è capito fin da subito che la situazione era drammatica.

È stata trasportata d’urgenza e immediatamente, senza comunicare dell’evento neanche alla centrale unica del 118, prima al pronto soccorso e poi nella rianimazione del San Luca. Lì si è capito la gravità del sinistro: la donna è entrata in coma e ora si attende l’evolvere degli eventi con speranze purtroppo limitate. Tant’è che in ospedale, ma anche nell’ambiente di amicizie e conoscenze, da subito si è parlato di decesso o quantomeno di una situazione davvero disperata per la dipendente impiegata nel reparto di medicina del monoblocco.

Secondo la prima ricostruzione, ma la dinamica è ancora in corso di accertamento da parte dei carabinieri, arrivati sul posto, la donna avrebbe sbattuto violentemente la testa dopo l’urto con la vettura guidata da una collega, che è rimasta sotto choc. L’impatto non sarebbe neanche stato particolarmente violento, considerata anche la velocità moderata che si può tenere durante le manovre di parcheggio. Non è esclusa, al momento, neanche l’ipotesi del malore precedente all’impatto con l’auto in transito.

L’incidente è avvenuto intorno alle 6,30 di mattina, al cambio turno del personale. Sotto choc l’intero ospedale e soprattutto i colleghi della donna.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.