Quantcast

Rubava nelle auto, incastrata dalle telecamere e dall’uso delle carte di credito

In manette una 36enne di Altopascio dopo i colpi in serie nella zona di Pescia e Uzzano

I carabinieri di Pescia hanno arrestato una donna ritenuta responsabile di una serie di furti e prelievi fraudolenti con carte di credito.

Al termine di un’attività d’indagine, che ha consentito ai militari di identificare l’autrice di una serie di furti su auto, in abitazione e prelievi fraudolenti con carte di credito avvenuti nei territori di Pescia ed Uzzano, i militari hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari disposta dal gip del tribunale di Pistoia, nei confronti di una 36enne residente ad Altopascio.

Le indagini, dirette dalla procura di Pistoia, sono iniziate nello scorso mese di maggio dopo una serie di denunce ricevute da cittadini che avevano subito furti sulle proprie autovetture mentre stavano effettuando prelievi di acqua ai fontanelli ubicati nei comuni di Uzzano e Pescia. Le vittime non solo si sono viste portar via dall’abitacolo dei veicoli, borse e borselli, ma hanno verificato che con i bancomat e le carte di credito asportati, sono stati effettuati dei prelievi o tentativi di prelievo a vari sportelli Atm della zona.

In una circostanza, la donna si era introdotta anche all’interno delle scuderie del maneggio della località Ricciano di Pescia ed aveva asportato le borse di due donne che stavano svolgendo attività ippica.

Le indagini, si sono concentrate sull’acquisizione e successivo esame delle immagini registrate dagli impianti di videosorveglianza dei comuni di Pescia ed Uzzano dalle quali gli inquirenti notavano che da tutti i luoghi dei furti transitava un veicolo Fiat Panda. Anche le immagini fornite dagli istituti bancari riprendevano l’autrice dei prelievi fraudolenti dalle quali, malgrado la mascherina indossata, era possibile risalire ai segni particolari, indumenti ed accessori della malfattrice, che venivano rinvenuti nel corso di una perquisizione effettuata presso il suo domicilio.

In totale è stata fatta luce su quattro furti su auto, uno in abitazione e tre utilizzi fraudolenti di carte di credito.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.