Quantcast

Spaccio di droga, arrestato al momento dello sbarco in aeroporto

L'uomo accusato di far parte di un giro di smercio di stupefacenti dalla procura di Lucca

Le manette gli sono scattate ai polsi al momento del rientro dal Marocco, all’aeroporto Galilei di Pisa. Un uomo di 46 anni è stato arrestato martedì pomeriggio (12 ottobre) dalla polizia di frontiera di Pisa che ha così eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti dell’uomo dal gip del tribunale di Lucca, in un procedimento penale in cui risulta indagato per il reato di spaccio di stupefacenti in concorso. Nella stessa circostanza, all’uomo – di rientro in Italia dal Marocco -, è stato anche notificato un decreto di revoca del permesso di soggiorno emesso dal questore della provincia di Lucca per carenza dei requisiti di legge.

Tra i passeggeri del medesimo volo, è stato individuato un altro uomo 33 anni, nei confronti del quale è risultato pendente un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Lucca. L’uomo dovrà scontare una condanna a 2 anni di carcere per reati inerenti gli stupefacenti in concorso.

Entrambi gli arrestati sono stati accompagnati alla Casa Circondariale di Pisa.

Risale invece a venerdì 8 ottobre, l’arresto in flagranza di reato di un uomo di origine albanese di 31 anni che si è presentato ai controlli di frontiera prima dell’imbarco verso il Regno Unito, esibendo un passaporto cipriota che è subito apparso agli operatori di dubbia autenticità.

Sottoposto ad un esame più approfondito, anche con l’ausilio della strumentazione tecnica, il passaporto è risultato contraffatto e posto sotto sequestro.

L’uomo, che – vistosi scoperto – ha dichiarato di essere sbarcato a Bari il 23 settembre scorso, è stato arrestato e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria che ha disposto il rito direttissimo per il giorno seguente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.