Quantcast

Prevenzione dai rischi di calamità naturali, torna in piazza ‘Io non rischio’

A Castelnuovo e Seravezza le sedi fisiche della campagna, Lucca, Pietrasanta e Porcari collegate in virtuale

La campagna nazionale di buone pratiche di protezione civile Io Non Rischio torna sul nostro territorio domenica (24 ottobre) per un’edizione del 2021 che sarà articolata in maniera ibrida, ossia organizzata sia in piazze fisiche, sia su piattaforme digitali come lo fu interamente quella dello scorso anno a causa dell’emergenza sanitaria da Covid 19.

Volontariato di protezione civile, istituzioni e mondo della ricerca scientifica tornano, quindi, in piazza per diffondere la conoscenza dei rischi naturali nel nostro paese e delle buone pratiche di protezione civile. Volontarie e volontari saranno presenti negli spazi informativi Io non rischio, realizzati online e nei gazebo allestiti per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i cittadini sul rischio terremoto, maremoto e sul rischio alluvione.

Fondamentale per la Campagna – giunta quest’anno all’undicesima edizione – è il ruolo attivo dei cittadini che domenica potranno informarsi e confrontarsi nelle oltre 500 piazze, tra fisiche e digitali dove, con l’ausilio di contenuti interattivi e dirette streaming sui social media, si forniranno spunti e approfondimenti sulle tematiche della campagna. L’edizione 2021, inoltre, si arricchisce di una nuova e importante iniziativa: un evento digitale nazionale organizzato dal dipartimento della protezione civile.

Quest’anno le piazze fisiche dove saranno allestiti i gazebi informativi sul nostro territorio saranno a Castelnuovo Garfagnana e a Seravezza, nella frazione di Azzano, mentre a Lucca, Pietrasanta e Porcari saranno attive le piazze digitali con collegamenti on line su siti web e pagine sociale degli enti e delle associazioni coinvolte.

In particolare a Castelnuovo Garfagnana, la piazza fisica nel Loggiato Porta in via Testi sarà organizzata in un percorso informativo realizzato con materiali della campagna Inr ed altri materiali informativi locali. Qui saranno presenti i comunicatori delle associazioni Inr. Nel dettaglio il percorso sarà organizzato su tre aree tematiche legate al terremoto (Il terremoto del 1920 e la sismicità dell’area Garfagnana Lunigiana – Che cosa è il rischio terremoto – Le buone prassi) dove il cittadino potrà ricevere informazioni o chiedere chiarimenti (in sicurezza) con i comunicatori delle associazioni Inr.

Nella giornata è previsto dalla piazza di Castelnuovo Garfagnana anche un collegamento in diretta con la Regione Toscana ed il dipartimento di protezione civile nazionale.

A Seravezza la piazza fisica verrà realizzata simultaneamente a quella digitale. La location per l’allestimento dei gazebi informativi è quella della frazione montana di Azzano e la scelta è motivata dalla presenza della Festa della castagna che l’associazione P.A. di Azzano OdV organizza sviluppando lungo sentieri, piazze e strade del paese, percorsi enogastronomici e storico-culturali nel pieno rispetto delle norme anticontagio. In un simile contesto la campagna Io Non Rischio si materializzerà occupando le aree adiacenti la chiesa.

A Lucca, come detto, Inr 2021 sarà esclusivamente digitale sulle piattaforme sociali di Facebook e Instagram e dove saranno affrontati, discussi e approfonditi vari fattori di rischio da calamità naturali. Il rischio alluvione, invece, sarà al centro delle piazze digitali di Porcari e Pietrasanta.

La Campagna a livello nazionale coinvolge oltre 3000 volontarie e volontari appartenenti a circa 500 realtà associative, tra sezioni locali delle organizzazioni nazionali di volontariato, gruppi comunali e associazioni locali di tutte le regioni d’Italia.

L’iniziativa è promossa, a livello locale, in collaborazione con la Regione Toscana, la Provincia di Lucca, l’Unione Comuni Garfagnana, l’Unione Comuni della Versilia, i Comuni di Lucca, Porcari, Castelnuovo, Pietrasanta e Seravezza.

Protagoniste dell’attività di informazione verso il cittadino saranno le associazioni di volontariato: Anpana di Lucca, Associazione nazionale autieri d’Italia di Castelnuovo, Comitato alluvionati di Pietrasanta 19/06/1996, Croce Verde di Lucca, Croce Verde di Porcari, Croce Verde di Ponte a Moriano, la Pubblica assistenza – Croce Bianca di Querceta, i Muttley’s Group Versilia.

Per informazioni www.iononrischio.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.