Quantcast

Sotto falso nome si finge un finanziere e si fa ricaricare la carta prepagata: 21enne denunciato foto

Le fiamme gialle del gruppo di Viareggio, a seguito della denuncia presentata dall’ignaro cittadino, hanno identificato il finto appartenente al corpo

È finito nei guai, per aver truffato un 41enne di Viareggio, un falso militare della guardia di finanza. A denunciarlo alla procura di Lucca sono stati i finanzieri del comando provinciale.

Qualificandosi, sotto falso nome, come appartenente alle fiamme gialle l’uomo si fatto ricaricare una carta prepagata.

In particolare, il truffatore, dopo essersi mostrato interessato all’acquisto di un oggetto messo in vendita su piattaforme di compravendita on line, aveva inoltrato al venditore la foto di un tesserino di riconoscimento e di una placca metallica riportante il logo della guardia di finanza per accreditarsi come persona affidabile e carpirne la fiducia. Successivamente, con uno stratagemma, aveva convinto il venditore a ricaricare una carta prepagata facendogli credere che, in tal modo, avrebbe ricevuto il pagamento dovuto.

Il truffato, dopo aver seguito le istruzioni del finto finanziere, si è reso conto che la somma, anziché riceverla come pagamento, gli era stata in realtà addebitata. Inserendo, infatti, la carta prepagata nell’Atm e digitando il codice artatamente ricevuto, che di fatto corrispondeva al numero della carta del truffatore, aveva così ricaricato la prepagata di quest’ultimo.

I finanzieri del gruppo di Viareggio, a seguito della denuncia presentata dall’ignaro cittadino, hanno identificato il finto appartenente al corpo, un 21enne residente a Brescia, denunciandolo per truffa e sostituzione di persona.

Il servizio rientra nell’alveo delle attività svolte a tutela dei cittadini contro le condotte fraudolente che possono arrecare anche gravi danni ai patrimoni, giacché l’occasione è propizia per richiamare la massima cautela nell’utilizzo del web e di segnalare tempestivamente alle Autorità competenti comportamenti anomali della specie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.