Quantcast

Cassiera non fa pagare la merce del supermercato alla sorella: arrestate in due

Le due donne di Viareggio, ora ai domiciliari, dovranno rispondere del reato di furto aggravato in concorso

Nella mattinata di ieri (16 novembre), personale delle volanti della polizia di Viareggio ha arrestato due donne di 54 anni e 49 anni, entrambe di Viareggio, per il reato di furto aggravato in concorso in un noto supermercato. 

Una delle due, dopo essere entrata nell’esercizio commerciale, ha preso alcuni prodotti e si è avviata verso una delle casse automatiche, dove si trovava in servizio sua sorella (dipendente della struttura) che le ha consentito il passaggio della barriera eludendo il pagamento della merce.  La scena è stata notata da personale addetto alla vigilanza e tutela del patrimonio aziendale, che ha fermato la donna non appena si apprestava a sistemare la merce all’interno della propria auto.

Successivamente è stato richiesto sul posto l’intervento di una pattuglia della polizia che ha identificato le due donne. Ricostruita la vicenda, le due sorelle sono state arrestate poiché ritenute responsabili del reato di furto aggravato in concorso. La merce recuperata, stimata per un valore di circa 300 euro in prodotti di vario genere, è stata riconsegnata al supermercato.

L’autorità giudiziaria ne ha disposto la sottoposizione degli arresti domiciliari belle rispettive abitazioni, in attesa dell’udienza per la convalida dell’arresto, previsto per la mattinata di oggi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.