Quantcast

Varato il nuovo decreto anti Covid: tra le novità il super green pass e l’obbligo vaccinale per forze dell’ordine, insegnanti e sanitari

I non vaccinati esclusi da locali, cinema, stadi, teatri e attività sportive

Approvato dal governo il nuovo decreto anti Covid. Il provvedimento è stato varato all’unanimità.

Alcune delle norme entreranno in vigore dal prossimo 6 dicembre fino al 15 gennaio 2022.  Le restrizioni per i no vax, in questo periodo, saranno valide in zona bianca, gialla, arancione e rossa.

“Vogliamo prevenire per preservare, per riuscire a conservare quello che gli italiani sono riusciti a conquistare nel corso di quest’anno – ha le parole del premier Mario Draghi oggi (24 novembre) alla conferenza stampa convocata per illustrare i dettagli del decreto – Vogliamo conservare la normalità che abbiamo conquistato, di lavorare, di avere i ragazzi a scuola, di andare in giro, di combattere la povertà”.

Quattro gli ambiti di intervento, come spiegato dal ministro della salute Roberto Speranza

L’obbligo vaccinale, e la terza dose di rinforzo, finora limitato al personale sanitario e delle residenze sanitarie assistite, viene esteso al resto del personale delle strutture della sanità, alle forze dell’ordine, ai militari, al personale della scuola, docente e non docente.

L’obbligo di esibire un tampone viene esteso anche agli ospiti degli alberghi, a chi utilizza gli spogliatoi degli impianti sportivi, ai viaggiatori del trasporto ferroviario regionale e interregionale, delle metropolitane e degli autobus del trasporto pubblico locale.

La durata del green pass passa da 12 a 9 mesi.

Nel periodo 6 dicembre – 15 gennaio sarà introdotto il green pass rafforzato, che spetterà solo con la vaccinazione completa o con la guarigione dal Covid, e sarà necessario anche in zona bianca per accedere in tutti luoghi dove è già richiesto, come bar e ristoranti, piscine e palestre, stadi, cinema, teatri, e per partecipare ad eventi pubblici.

I non vaccinati potranno andare al lavoro, a fare la spesa, salire su treni e bus e accedere ai servizi essenziali esibendo il risultato negativo di un tampone, ma non potendo usufruire del super green pass non potranno frequentare locali, cinema, stadi, teatri e le attività sportive.

I controlli per il rispetto delle nuove norme saranno rafforzati.

“La situazione è sotto controllo, siamo nella situazione migliore in Europa grazie alla campagna vaccinale che è stata un successo notevole – ha detto Draghi -, i nostri ricordi vanno ai morti, alla caduta dell’8% dell’economia, vanno alle attività chiuse, ai ragazzi in dad, alcuni di loro stanno ancora soffrendo, e soprattutto i ricordi della povertà. Quest’anno gli italiani hanno reagito, ora vogliamo conservare questa normalità, non vogliamo rischi”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.