Quantcast

Variante Omicron: Pfizer al lavoro per studiare eventuali modifiche al vaccino contro il Covid

I dati dei nuovi contagi sono stati giudicati dall'Oms "vertiginosi"

La nuova variante del Covid, la Omicron, conosciuta anche con il nome tecnico B.1.1.529, preoccupa per la sua capacità di diffusione e per la sua resistenza ai vaccini.

Poche, al momento le informazioni a disposizione sulla variante isolata in Africa che ha oltre 30 mutazioni e, per questo motivo, sarebbe più resistente ai vaccini attualmente in uso: contagiosa e di rapida diffusione.

In Sudafrica con 2828 contagi in un solo giorno (ieri, 26 novembre) della nuova variante i dati sono stati giudicati dall’Oms  “vertiginosi”.

Omicron è arrivata anche in Europa con un caso in Belgio, oltre a un caso sospetto in Germania.  Due, invecce, i casi in Inghilterra. Tra i casi registrati di variante Omicron ci sono anche persone vaccinate con la terza dose.

Pfizer è al lavoro per studiare la nuova variante sudafricana e valutare eventuali modifiche al vaccino contro il Covid. I sintomi sono febbre, tosse, mal di gola e di testa, problemi di respirazione, spossatezza, affanno e perdita di gusto e olfatto. Gli stessi del Covid 19.

L’appello che arriva da molti paesi è quello di una vaccinazione universale: le varianti nuove nascono quando il virus  circola.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.