Quantcast

Guarito dal Covid l’imprenditore Gaetano Spadaro

Già vaccinato ha preferito le cure domiciliari al ricovero: "Grazie a tutti coloro che mi hanno assistito"

Guarito dal Covid l’imprenditore Gaetano Spadaro.

A raccontare la sua esperienza è lo stesso Spadaro, che ringrazia per il percorso di assistenza e cura l’Usca della Piana di Lucca.

“Sentendomi decisamente male ed in peggioramento da qualche giorno – dice Spadaro – decisi di recarmi al pronto soccorso di Lucca, dove prontamente con mio grande dolore mi diagnosticarono la Sars – Covid 19 quando pensavo di avere una fortissima influenza. Avevo avuto fiducia nel vaccino che invece non ha funzionato a dovere. Dopo alcune ore di isolamento in una tetra stanza spoglia, malgrado l’opposizione del personale sanitario, decisi che avrei effettuato tutte le necessarie cure nel mio domicilio. Volevo a tutti i costi evitare contatti con altri pazienti affetti dal medesimo virus”.

“Iniziai le cure domestiche – prosegue Spadaro – ed ebbi fin dall’inizio la precisa sensazione di essere assistito minuziosamente dal personale sanitario che, quotidianamente, si recava da me per visitarmi, sottopormi a qualche esame e fornirmi i necessari medicamenti. Francamente in un momento di grossa depressione la costante presenza fisica o telefonica di questi addetti alle mie cure mi hanno rinfrancato sull’esito positivo della malattia, così come la presenza di mia madre, immediatamente giunta da Roma per starmi vicina, compatibilmente con il rispetto di tutte le norme di prevenzione. Anche con l’ausilio fattivo della mia compagna ho gradatamente migliorato la mia condizione di malato per finalmente essere diagnosticato “negativo”. Grande sollievo e gioia anche di chi mi ha amorevolmente accudito, oltre che mia che mi sono sentito tornare a nuova vita, seppure terribilmente fiacco”.

“Pur essendo grato a tutti coloro che mi hanno assistito fisicamente e psicologicamente – conclude Spadaro – tra i quali il mio amico e medico Ugo Lunardi, un ringraziamento particolare vorrei rivolgerlo al sistema sanitario Usca Piana di Lucca che ha dimostrato di prendersi a cuore le sorti del paziente, seguendolo scrupolosamente ed avviandolo nel doloroso ed arduo percorso della guarigione. Sarò loro eternamente riconoscente“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.