Covid: la variante Omicron rende difficile il rientro a scuola

L'aumento di positivi ripropone il tema della didattica a distanza sulla quale il governo è contrario

Variante Omicron e un difficile rientro degli studenti a scuola, finite le feste, il prossimo 10 gennaio. Come sarà il ritorno nelle aule?

Sulla didattica a distanza il governo è contario, ma l’aumento dei contagi, in Toscana come in tutta Italia, fa discutere, anche se per il ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi è vietato tornare indietro: la scuola in presenza è la “chiave di volta”. Ma non esclude mini chiusure in casi straordinari e focolai.

Da parte delle Regioni la richiesta, ieri (29 dicembre), era stata di cancellare la quarantena per chi è vaccinato, anche nell’ambito scuola, e quindi anche per gli studenti che abbiano ricevuto due dosi di vaccino anti Covid da meno di quattro mesi e che vengano a contatto con una persona positiva, a patto che siano asintomatici, e per chi, tra chi ha 16 e 17 anni, come per i fragili tra i 12 e 15 anni, abbia ricevuto la terza dose booster.

La preoccupazione resta alta, in vista dell’avvio delle lezioni tra pochi giorni.

Le armi, oltre al vaccino, sono i tamponi e la mascherina Ffp2, per cui sono stati fissati criteri di abbassamento dei prezzi.

Ma per le fascie di età zero – 5 anni, si parla di piccoli che frequentano gli asili nido e le scuole materne – ancora non vaccinabili, come fare? Il problema, al momento, resta aperto

Quanto all’esame di maturità. dopo lo stop della prova di italiano, potrebbe essere ripristinata. “Abbiamo ancora qualche settimana prima che vengano ufficializzate le modalità di svolgimento dell’esame di maturità – ha spiegato il sottosegretario Rossano Sasso –  ma sicuramente ripristinare la prova di italiano è una misura di buon senso e di attenzione nei confronti degli studenti: tutti avranno modo di essere valutati con maggiore completezza rispetto a quanto accaduto negli ultimi due anni”.

 

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.