Quantcast

Guerra tra soci di azienda fra aggressioni e intrusioni in ufficio

Una serie di episodi su cui indagano i carabinieri

Una lite per motivi di lavoro che, inevitabilmente, è destinata a finire nelle aule di tribunale. Il limite dello scontro civile, infatti, fra due soci di un’azienda del Capannorese sembra superato da un pezzo. E ieri c’è stato l’ennesimo episodio di una serie che ha allungato una storia recente fatta di rancori e angherie.

I problemi ormai risalgono a qualche tempo fa. Liti in società uniti a qualche rancore personale che hanno fatto scattare la scintilla fra i due imprenditori e ormai ex amici. La settimana scorsa il primo episodio che ha alzato il livello della contesa: i due si sono confrontati per strada dopo essersi incontrati a Porcari ed è finita a schiaffi con i due contendenti invitati dalle forze dell’ordine intervenute eventualmente a sporgere querela.

Nell’attesa di capire se la vicenda si tramuterà in atti ufficiali ieri, però, si è aggiunto un nuovo episodio che potrebbe diventare ancora più significativo per far arrivate la vicenda sul tavolo di un giudice. A detta di uno dei due litiganti che ha formalizzato la cosa ai carabinieri l’ex socio, ancora in possesso delle chiavi dell’azienda, si sarebbe recato in ufficio per asportare alcuni faldoni e, cosa ancora più grave, per formattare i pc con tutti i dati dei clienti.
La vicenda è ora nota ai militari dell’arma che a questo punto proseguiranno le indagini per individuare le eventuali responsabilità civile e penale.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.