Quantcast

In Toscana terze dosi di vaccino anti Covid per i lavoratori del turismo e i loro familiari

Occorre l'appuntamento da prendere al call center

Anche l’Ente bilaterale del turismo toscano (Ebtt), per conto delle associazioni di categoria Faita, Federalberghi, Flavet, Fipe e Res Casa, offrirà dal 14 febbraio la somministrazione delle terze dosi anti-Covid alle lavoratrici e lavoratori, impiegati nel settore del turismo in Toscana, e ai loro familiari.

Le vaccinazioni saranno somministrate con il supporto di Anpas (con cui Ebtt ha sottoscritto una convenzione) presso l’hub vaccinale della Croce Viola, situato nel parcheggio dell’Ipercoop, in via Pasolini a Sesto Fiorentino, per la copertura dell’area metropolitana di Firenze, Prato e Pistoia, dal lunedì al venerdì, in orario 17,30-18,30.

Le prenotazioni per la terza dose di vaccino presso l’hub di Sesto Fiorentino apriranno dal 14 al 18 febbraio e saranno valutate eventuali aperture anche nelle settimane successive.

Si può accedere a questo hub su appuntamento, contattando il call center dedicato al numero telefonico 050/6390610.

Il call center, attivo da oggi 11 febbraio, risponderà dal lunedì al venerdì (dalle 9 alle 18) e il sabato (dalle 9 alle 13).

In una seconda fase, la vaccinazione da parte dell’Ente bilaterale del turismo potrà avvenire su tutto il territorio regionale con mezzo mobile itinerante.

“All’Ente bilaterale del turismo, alle aziende e alle associazioni di categoria toscane, che si sono unite a noi nella lotta al Covid, va il mio più profondo e sentito ringraziamento – commenta il presidente Eugenio Giani -. Sono grato a queste straordinarie realtà, che mettono a disposizione dei propri dipendenti e dei loro familiari spazi dedicati alle sedute vaccinali, per accelerare la campagna di somministrazione delle dosi di richiamo e contribuire all’attuazione del piano vaccinale aziendale anti-Covid. Anche se siamo in una situazione sotto controllo, non mi stancherò di ripetere che il vaccino è al momento l’arma più efficace, per proteggersi dagli effetti severi della malattia e dalla mortalità”.

“La sinergia virtuosa, che è venuta a crearsi tra Regione e imprese di ogni settore, testimonia, ancora una volta, la capacità di fare squadra a tutela della salute dell’intera comunità – afferma l’assessore regionale al diritto alla salute Simone Bezzini -. Il percorso di consapevolezza e di impegno collettivo, avviato in modo diffuso, è un tratto distintivo della nostra regione e ha consentito a oggi l’ampliamento dei canali di accesso di lavoratori e cittadini alla vaccinazione. Ringrazio tutti gli attori della campagna vaccinale per gli ottimi risultati conseguiti ed Ebtt per l’importante contributo che si accinge a realizzare”.

“Ritengo doveroso ringraziare Ebtt e tutte le imprese toscane, per avere messo a disposizione spazi dedicati, finalizzati alla vaccinazione dei propri dipendenti e dei loro familiari, ma anche della popolazione come è accaduto in alcuni casi – aggiunge l’assessore all’economia e al turismo Leonardo Marras -. Questa disponibilità contribuisce a rendere più spedita la campagna di vaccinazione e, conseguentemente, a far ripartire a pieno ritmo le attività produttive, turistiche e sociali dei nostri territori”.

“La vaccinazione inizierà il  prossimo 14 febbraio  – spiega Pier Carlo Testa, vice presidente Ebtt – e si potrà accedere all’hub di Sesto su appuntamento, contattando il call center dedicato. Successivamente a tale primo periodo, saremo in grado di effettuare la vaccinazione in modo itinerante in altre zone della Toscana, utilizzando un mezzo dedicato, che comunicheremo in seguito, sempre in collaborazione operativa con Anpas Toscana”.

“Attraverso questa convenzione la vaccinazione non avrà alcun costo a carico di lavoratrici, lavoratori e titolari – sottolinea Marco Conficconi, delegato organizzazioni sindacali Ebtt – e potranno usufruire del servizio tutti gli impiegati nel settore turismo in Toscana e i loro familiari. In occasione della vaccinazione sarà richiesta la compilazione di un’autocertificazione di appartenenza al settore turismo, oltre al modulo di consenso alla vaccinazione”.

“La collaborazione con Ebtt e associazioni di categoria – aggiunge il presidente di Anpas Toscana Dimitri Bettini – sono uno degli obiettivi delle Pubbliche assistenze. Da sempre, oltre alle attività di emergenza sanitaria, del sociale e della protezione civile, le nostre associazioni supportano il lavoro nelle sue varie forme. Non potevamo far mancare il nostro supporto anche per la campagna vaccinale di chi lavora”.

Gli hub aziendali a oggi attivati in Toscana sono quelli di Eli Lilly a Sesto Fiorentino, Confindustria Toscana Nord a Montecarlo-Lucca, Solvay a Rosignano, Società Autostrade presso la Chiesa di San Giovanni Battista (Uscita A1 – Firenze Nord), Confindustria Pisa a Ospedaletto, Savino del Bene a Scandicci, Unicoop Firenze presso il Centro commerciale I Gigli, Cna Firenze presso l’Ipercoop di Sesto Fiorentino.

Le imprese e le associazioni di categoria, che desiderano partecipare alla campagna di vaccinazione in azienda, potranno richiedere i necessari chiarimenti tecnici al seguente indirizzo email: giovanna.bianco@regione.toscana.it.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.