Minacce con un collo di bottiglia infranto nel sottopasso della stazione, arrestato un 33enne

Ubriaco e forse sotto l'effetto degli stupefacenti ha iniziato a minacciare i presenti. Fuggito è stato raggiunto in via Monte Nonal

Nella tarda nottata di ieri personale delle volanti del commissariato di Viareggio, nell’ambito dei servizi di intensificazione di controllo del territorio, ha arrestato un 33enne di origine nigeriana e residente a Prato, già conosciuto dalle forze dell’ordine.

In particolare all’una circa di ieri, personale delle volanti, assieme a personale del reparto prevenzione crimine di Firenze, è intervenuto al sottopassaggio della stazione di Viareggio dove l’uomo stava dando in escandescenze armato di un collo di bottiglia infranto e aveva già minacciato personale della Pubblica assistenza di Viareggio.

Dopo numerosi tentativi di riportare alla calma il soggetto, in evidente stato di alterazione psichica probabilmente indotta da alcolici e stupefacenti, gli operatori sono stati costretti a far uso dello spray paralizzante. Sebbene investito dallo spray il soggetto non ha lasciato l’arma e si è dato alla fuga guadagnando l’esterno della stazione ferroviaria. È stato raggiunto in via Monte Nona dove è stato bloccato e arrestato per i reati di resistenza e minaccia a pubblico ufficiale nonché porto abusivo di oggetti atti ad offendere.

Sarà giudicato con rito direttissimo nella mattinata odierna davanti al giudice del tribunale di Lucca.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.