Quantcast

Forzano la porta blindata e rubano gioielli in un appartamento in pieno centro storico

L'amarezza dell'imprenditore Enzo Capobianco: "Non si può abbassare la guardia neanche in città". Aperta anche una cassaforte in una casa della Piana

Si dice che in centro storico si possa dormire sicuri perché le case dentro le mura difficilmente sono oggetto di furti, date le strade strette e le scarse vie di fuga di potenziali ladri e malintenzionato. Questa mattina (14 maggio) non è stato evidentemente così.

A finire nel mirino di due ladre è stata una casa nella zona di via Arcivescovato di proprietà del noto imprenditore Enzo Capobianco, direttore della Conflavoro Pmi.

Intorno alle 11 due ignote malviventi, che sono poi state viste da una vicina di casa che le ha messe in fuga, hanno forzato la porta blindata di un appartamento al terzo piano ed hanno fatto razzia, soprattutto di gioielli e preziosi, per un ammontare ancora da quantificare. Non contente le donne hanno provato a forzare anche la porta della vicina di casa che però, essendo presente, si è accorta che qualcosa non andava e le ha fatte fuggire urlando da dietro la porta di allontanarsi.

Dell’episodio è stata interessata la polizia, cui è stato denunciato il fatto, che ha fatto intervenire anche la scientifica per individuare eventuali indizi sull’identità delle due ladre.

Tanta l’amarezza dell’imprenditore lucchese di adozione: “A chi dice che in centro storico a Lucca si può anche dormire a porte aperte mi sento di dire di chiudersi a chiave e di dotarsi di un sistema d’allarme. Penso che non si possa abbassare la guardia e che il mito della città ‘a furti zero’ sia a questo punto da sconfessare”.

Continuano, oltre al centro storico, i raid dei ladri in tutta la Piana di Lucca. Un altro colpo grosso è stato portato a termine la scorsa domenica in un appartamento di proprietà dei titolari di un calzaturificio posto al piano inferiore. Approfittando del giorno di festa e dell’assenza di dipendenti e proprietari ignoti malviventi hanno aperto, indisturbati, la cassaforte con una mola, ed hanno portato via gioielli di grande valore.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.