Rave party in Garfagnana con quasi 200 persone: scattato lo sgombero fotogallery

L'evento intercettato dalle forze dell'ordine che hanno impedito ulteriori arrivi a Monti di Roggio

Una mega festa non autorizzata a Monti di Roggio, nel cuore della Garfagnana. Le montagne dove nel 2019 fu organizzato un evento simile sono tornate stanotte (25 giugno) protagoniste di un rave party, con 150, 200 partecipanti circa. Musica a palla e balli, come in eventi come questo, ma in Garfagnana la festa è durata solo qualche ora. Già nel pomeriggio sono iniziate le operazioni di sgombero, con l’impiego di tutte le forze dell’ordine, circa 70 persone con la richiesta di rinforzi inoltrata dalla prefettura, che, insieme alla questura, ha coordinato l’operazione, al ministero.

L’intervento delle forze dell’ordine già nella notte ha bloccato l’afflusso di persone provenienti anche da altre zone della Toscana, dalle regioni limitrofe e dall’estero: l’evento è stato infatti “intercettato” sui social. L’intera Garfagnana e la Valle del Serchio sono presidiate con posti di blocco da carabinieri, guardia di finanza e polizia.

I primi arrivi risalgono alla mezzanotte. A segnalare la presenza inconsueta di auto e, soprattutto, camper nella zona sono stati alcuni abitanti del posto, che hanno subito chiamato i carabinieri, già pronti a intervenire. 

rave party monti di roggio

I militari e la polizia hanno cinturato la zona dove comunque diverse decine di persone erano riuscite già a fare accesso, bloccandone altre in arrivo nella zona. Una settantina di camper sono riusciti comunque a entrare nell’area e hanno iniziato ad allestire un vero e proprio palco per la musica.

Per tutta la notte e la mattinata di oggi le forze dell’ordine hanno fermato decine di persone dirette alla sede della mega festa, nei pressi di Campocatino. Già nella notte sul posto sono arrivati anche gli agenti della questura di Lucca e rinforzi dal comando provinciale dei carabinieri. In azione, per i controlli dall’alto, anche un elicottero. Nel pomeriggio è iniziato, gradualmente, lo sgombero dell’area a cui hanno partecipato anche i vigili del fuoco.

Per prima cosa è stato predisposto lo spegnimento della musica e poi è iniziato l’allontanamento dei partecipanti al rave, molti dei quali sono già stati o saranno identificati. Le operazioni sono state coordinate dal punto di vista tecnico sul posto dalla polizia attraverso un funzionario in diretto contatto con il questore, mentre il coordinamento funzionale del dispositivo è stato in capo alla prefettura.

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.