Viareggio, getta un sacco pieno di olio esausto sulla banchina: beccato dalle telecamere foto

Dovrà pagare una multa di 600 euro più le spese di bonifica della strada imbrattata dal liquido

È stato individuato e multato dalla capitaneria di porto di Viareggio l’uomo che nei giorni scorsi aveva abbandonato un sacco di nylon pieno di olio esausto sulla banchina della Darsena. Un risultato ottenuto grazie all’indagine avviata dai militari della guardia costiera in collaborazione con gli operatori di Sea Ambiente.

Durante la consueta attività di vigilanza in ambito portuale per reprimere le condotte illecite in materia ambientale, i militari avevano infatti notato in Darsena un sacco in nylon abbandonato in prossimità della banchina, dal quale fuoriusciva un liquido scuro oleoso che aveva letteralmente imbrattato la strada adiacente. All’interno del sacco era stata trovata una tanica rotta contenente olio esausto e vari filtri di motore usati, frutto di un cambio d’olio ‘fai da te’ a un’imbarcazione.

I militari hanno così visionato le immagini delle telecamere dell’Autorità portuale regionale, grazie alle quali è stato individuato un uomo, a bordo di una motocicletta in prossimità della banchina Natino del Porto di Viareggio, mentre gettava un sacco nero sul manto stradale, rottosi poi a causa dell’impatto con la strada. La guardia costiera è così riuscita a risalire all’autore dell’illecito che è stato immediatamente convocato negli uffici della capitaneria di porto.

L’uomo dovrà pagare una multa di 600 euro più le spese di bonifica – sostenute da Sea Ambiente – per abbandono di rifiuti ai sensi della normativa contenuta nel Testo unico ambientale.

“Rinnovo l’invito a tutti gli utenti portuali al corretto smaltimento dei rifiuti, rispettando l’ambiente con responsabilità e senso civico – ribadisce il comandante della capitaneria di porto di Viareggio, Alessandro Russo -. L’attività di polizia ambientale della guardia costiera viareggina continuerà costantemente al fine di prevenire e reprimere comportamenti incivili o illeciti, contribuendo ad innalzare il gradiente di sostenibilità e protezione ambientale, a vantaggio degli operatori, che operano correttamente, e dell’utenza marittima tutta”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.