Menu
RSS

Svizzera, feriti nel bus prete di Lammari e altri 4

IMG 1066Erano diretti in autobus a Capo Nord, per un pellegrinaggio all'insegna delle fede che si è trasformato in minuti di grande spavento per una comitiva di parrocchiani partiti all'alba di oggi (15 giugno) da Lammari. Nei pressi di Olten, il mezzo a bordo del quale c'erano 11 partecipanti alla gita organizzata dalla comunità di fedeli di Lammari, tra cui era presente don Giovanni Romani, ha sbandato ed è andato a schiantarsi contro il palo di un cartello autostradale. Cinque i feriti tra cui lo stesso sacerdote, che è stato trasportato insieme agli altri all'ospedale della cittadina a nord della Svizzera, vicino a Basilea.

L'incidente, avvenuto questa mattina quando il gruppo aveva superato già da un po' il confine, sarebbe stato provocato da un animale che all'improvviso ha attraversato la carreggiata sulla quale il bus stava viaggiando in direzione nord. Gli occupanti sono stati sbalzati fuori dai sedili e hanno riportato varie contusioni. L'allarme è stato dato immediatamente e in pochi minuti sono arrivati i soccorsi. A bordo di diverse ambulanze i feriti lucchesi - nessuno sarebbe fortunatamente in pericolo di vita - sono stati condotti al pronto soccorso dell'ospedale dove si trova ricoverato anche il parroco che è stato sottoposto ad un intervento chirurgico insieme ad un altro dei passeggeri rimasti feriti. Altri due sono stati trattenuti in osservazione e una quinta persona ha avuto bisogno soltanto di una medicazione.
Gli altri 6 che non hanno avuto conseguenze sono stati accompagnati in albergo dopo essere stati sentiti dalla polizia svizzera e passeranno la notte a Olten.
Secondo il racconto di alcuni degli anziani a bordo del mezzo, portati in ospedale per accertamenti e sotto choc per la paura, il conducente del bus per evitare l'impatto con un animale selvatico ha sterzato bruscamente d'istinto e il pulmino è andato a schiantarsi a lato della carreggiata, colpendo un cartello dell'autostrada. L'impatto è stato improvviso e gli occupanti hanno sbattuto contro i sedili e i finestrini mentre alcuni sono caduti, riportando vari traumi. Serie le condizioni del parroco che, secondo quanto appreso dai compagni di gita, avrebbe riportato la sospetta frattura di una costola e un trauma toracico. Il viaggio che avrebbe dovuto procedere con un soggiorno di 15 giorni a Capo Nord si è dovuto ovviamente interrompere in Svizzera per gli 11 occupanti. Difficili per tutta la giornata sono state le comunicazioni fra gli anziani partecipanti alla gita e i familiari a Lucca e nella Piana. Fortunatamente nessuno dei feriti risulterebbe in gravi condizioni. Il sindaco di Capannori, Luca Menesini, è rimasto in stretto contatto con i familiari dei partecipanti alla gita, che stanno già organizzando il loro rientro in Italia. C'è comunque apprensione per il parroco e il fedele che, avendo dovuto affrontare un intervento, dovranno rimanere probabilmente qualche giorno in ospedale. "Attendiamo di avere più notizie su quanto tempo devono restare ricoverati - ha spiegato il primo cittadino -. Gli interventi chirurgici di parroco e dell'altra persona sono andati bene e la situazione è sotto controllo per entrambi. Domani il quadro sarà più chiaro e i medici faranno una valutazione in merito ai tempi di trattenimento in ospedale. Un paio di altre persone sono trattenute per sicurezza in ospedale perché hanno battuto la testa, ma dovrebbe essere solo una precauzione. Non ci sono situazioni allarmanti, ma siamo al lavoro insieme alla Farnesina, a cui abbiamo dato il contatto di una persona ora a Olten, in modo che siano supportate a dovere". I due pazienti trattenuti in osservazione, probabilmente saranno dimessi e rientreranno in Italia con gli altri già domani mattina.

Rob. Sal.

Ultima modifica ilVenerdì, 15 Giugno 2018 22:02

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter