Menu
RSS

Cuoco coltiva marijuana a casa: arrestato

foto maria 8 gen 19All'apparenza un cuoco insospettabile e di ottima famiglia, ma sotto quella maschera, per i carabinieri, si nascondeva un giovane spacciatore… in erba. Il 23enne, infatti, secondo l'accusa, nonostante un curriculum impeccabile aveva un solo difetto: la passione per la canapa indiana. Più che un difetto a giudizio dei carabinieri che lo hanno arrestato nella notte dopo averlo fermato a bordo di un'auto con un amico - che è stato invece denunciato - per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. 

Nella sua abitazione di Lucca i militari hanno recuperato 800 grammi di marijuana, già confezionata in numerosi barattoli, differentemente etichettati a seconda della tipologia e della qualità. L'amico di 26 anni, apprendista idraulico, è stato denunciato in stato di libertà con le stesse accuse.
Secondo quanto ricostruito, i due giovani erano stati controllati poco prima da una pattuglia dei carabinieri, mentre si trovavano a bordo della loro autovettura. Nascosto sul mezzo, i militari hanno rinvenuto un pacchetto di sigarette al cui interno c'erano alcuni grammi di marijuana e di hashish. Nel bagagliaio del veicolo erano invece conservati alcuni sacchi di terriccio e diverse confezioni di semi di canapa indiana. I carabinieri hanno allora deciso di approfondire il controllo e nel corso della perquisizione domiciliare alla quale entrambi sono stati sottoposti, hanno trovato, a casa del 23enne, un ingente quantitativo di marijuana, in parte essiccata all’interno di cassette in legno, in parte triturata all’interno di sacchetti di plastica, in parte conservata in barattoli di vetro, ciascuno dei quali etichettato con una dicitura diversa. Solamente dieci grammi di hashish e tre di marijuana invece, venivano recuperati a casa dell’amico 26enne. Il cuoco è stato arrestato e sarà processato per direttissima.

Ultima modifica ilMartedì, 08 Gennaio 2019 17:19

1 commento

  • cali motto
    cali motto Martedì, 08 Gennaio 2019 12:26 Link al commento

    Premesso che ho votato per Salvini, non mi piace la disparità di trattamento tra italiani e stranieri… se sono stranieri nome e cognome, se italiani, specie se di buona famiglia, niente… allora o non mettiamo nomi e cognomi di nessuno oppure li mettiamo di tutti.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter

-->