Menu
RSS

Figlia denuncia: “Tenuta fuori dal pronto soccorso”

prontosoccorsoluok"Mi hanno impedito di assistere mio padre, che ha una disabilità al 100% lasciandomi fuori dalla stanza del pronto soccorso". A raccontare la sua odissea è Federica Toschi, che oggi (20 giugno) ha portato d'urgenza suo padre di 67 anni al San Luca dopo averlo trovato a terra in casa, per un malore.

"Una volta arrivati al pronto soccorso - racconta - mi è stato impedito di seguire mio padre all'interno, senza che nessuno mi spiegasse il motivo. Mio padre è affetto da una patologia e necessita di ossigeno artificiale costantemente. Non mi è stato consentito di spiegare bene questa situazione, con il risultato che per quattro ore non gli è stato somministrato. Abbiamo effettuato l'accesso attorno alle 13,30. Trovo che quanto accaduto sia indecente".
Toschi, non sapendo cosa fare, ha perfino chiamato i carabinieri: "Soltanto dopo le mie insistenze, spiegando la mia preoccupazione sono riuscita ad ottenere che gli venisse somministrato l'ossigeno. Assisto mio padre da 14 anni, sono la sua unica figlia: è incredibile che in un momento di necessità non mi sia stato consentito di assisterlo".

4 commenti

  • Giuliana baccellu
    Giuliana baccellu Sabato, 22 Giugno 2019 13:43 Link al commento

    È vergognoso il comportamento del pronto soccorso a non fare assistere i propri familiari spero che cambino immediatamente questi abusi perché a mio parere sono solo abusi. Chi di potere intervenga subito..

  • Fanny
    Fanny Venerdì, 21 Giugno 2019 13:14 Link al commento

    È un problema di tutti. Ma ho visto qnd lasciavano dentro i parenti anche uno solo per pazienti succedeva il caos. È il medico che decide di dare il pass. Lo so che vogliamo stare con il nostro caro ma la legge deve essere uguale per tutti.

  • Giovambattista
    Giovambattista Giovedì, 20 Giugno 2019 20:08 Link al commento

    Denuncia alla procura della Repubblica...

  • ILIANA
    ILIANA Giovedì, 20 Giugno 2019 18:34 Link al commento

    tutto ciò è assurdo, le persone non autosufficienti e anziane devono aver un familiare accanto
    è successo anche a me , con mio zio ricoverato d'urgenza di 87 anni sordo e quasi cieco.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter