Menu
RSS

Minorenne beve troppo e finisce in ospedale abbandonata da amici

piazzettasancarlo1Una ragazza, minorenne, riversa per strada al limite del coma etilico. Gli amici, anche loro per la maggior parte minori, che prima la sostengono e la aiutano poi la lasciano lì, in attesa dell’arrivo dell’ambulanza. È la scena che si è verificata ieri, intorno all’ora di cena, sotto gli occhi di un residente di piazzetta San Carlo, quella che una volta era un piccolo centro commerciale naturale nascosto fra le vie dello shopping cittadino, ma altrettanto pregiato.
E che oggi, fra graffiti e scene come quelle di ieri, rischia di sprofondare nel degrado e nell’abbandono. Se non fosse per la caparbietà di qualche residente che ha deciso di non voltare la faccia dall’altra parte. E di segnalare la necessità di intervenire, non solo per il bene di chi frequenta la zona, ma per evitare che un episodio del genere possa ripetersi per il bene dei ragazzi.

“Quella a cui ho assistito – dice il residente – è una scena raccapricciante. Erano circa le 20,30 quando ho visto questi bimbetti, tutti ubriachi, e fra loro una ragazza che stava palesemente male. Ho chiamato la polizia municipale, che mi ha annunciato l’arrivo di una pattuglia, ma fino al momento in cui non sono dovuto uscire di casa non si è visto nessuno”. Solo intorno alle 23 qualcosa si è mosso: “Quando sono tornato a casa – prosegue il racconto – ho trovato l’ambulanza sul posto e la ragazza, ancora lì per terra, che stava per essere portata via”. Solo dopo si saprà che la giovane è stata ricoverata all’ospedale San Luca in codice giallo”.
Uno spettacolo, peraltro, che si è consumato davanti agli occhi dei turisti che si recavano ai loro alloggi o a cena. “Ho ricontattato la polizia – conclude il residente – e ho raccontato quanto è successo, che ho anche filmato per qualche minuto a testimonianza dell’episodio (abbiamo visto le immagini e abbiamo deciso di non pubblicarle, a massima tutela dei coinvolti, a maggior ragione perché minorenni, ndr). Oltre al degrado di una zona che sembra sempre più terra di nessuno, c’è anche la vergogna di come veniamo rappresentati, visto che in molti, anche turisti, hanno assistito alla scena”.
Un tema, quello del recupero di quell’area del centro storico, che dovrebbe stare a cuore a tutta la città.

Enrico Pace

Ultima modifica ilLunedì, 12 Agosto 2019 15:19

3 commenti

  • Michele Urbano
    Michele Urbano Sabato, 17 Agosto 2019 15:08 Link al commento

    Una adolescente ha rischiato il coma etilico e, nonostante il mancato pronto soccorso, c'è che si preoccupato principalmente dell'apparenza e di come avrebbero potuto giudicare male la situazione i turisti! A Pisa un caso simile si è risolto con una la ragazza che rischia danni permanenti. Perchè i soccorsi non sono intervenuti prontamente (c'è scritto che la municipale era stata avvistata e che l'ambulanza è arrivata molte ore dopo n.d.r.)? La vendita e la somministrazione di alcolici a minorenni è un reato: chi controlla che le leggi vengano fatte rispettare?

  • Serena kodra
    Serena kodra Sabato, 17 Agosto 2019 00:44 Link al commento

    Ma ora dico tu grandissimo uomo vedi un gruppo di ragazzi !! Vedi una ragazza che palesemente ti sembra star male e tu vai a farti la passeggiata .?? E dalle 20 30 ti accorgi solo alle ore 23 che qualcuno 3 stato male davvero .. tu ti preoccupi del turismo ?? Di ciò che il turista pensa ?? Ti preoccupi di come va in malora la città ..!! ? Ma lei c'è o ci fa ?? Lei sta bene ?? Ha bisogno di aiuto ?? Le serve qualcosa ?? Se moriva lei restava con un grande peso sulla coscienza o almeno data la mia bontà mi sarei sentita una merda uno schifo !! .. che la ragazza avrà bisogno di aiuto e certo , ma non sappiamo le dinamiche per giudicare la famiglia .. non sappiamo se i genitori hanno chiesto o no già aiuti magari rifiutati ? Non sappiamo se qualche associazione segue questa ragazza , non sappiamo niente di loro .. ma sappiamo Delle sue inutile e ripugnanti dichiarazioni .. un bagno di semplice umanità .. e

  • Stefania
    Stefania Lunedì, 12 Agosto 2019 15:08 Link al commento

    La maggior preoccupazione sta nel come siamo rappresentati????? O forse è meglio dire che nessun adulto lucchese o meno, si sia preoccupato di come stava questa ragazzina!????
    Grandissimo senso di civiltà adulta, complimenti.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter