Menu
RSS

Finisce nel fiume dopo una lite con la moglie

carabinieri notte 555Una vicenda rocambolesca quanto dai contorni tuttora oscuri. Una lite fra coniugi, che si è protratta per un intero pomeriggio, e che per poco non ha avuto una fine tragica ieri (13 novembre) intorno alle 23. Alla fine della discussione, infatti, un uomo di 31 anni originario dell'Est Europa è caduto, per cause ancora tutte da definire, da un ponticello a Sesto di Moriano, ed è finito nel fiume sottostante, un ramo del Serchio. Per qualche minuto si è temuto il peggio, poi l'uomo è "riapparso", malandato, infreddolito e in stato di choc ma senza ferite gravi o fratture nel circolo del paese, dove ha chiesto vestiti asciutti e di essere condotto in ospedale, dove è stato poi condotto da un'ambulanza della Croce Verde di Ponte a Moriano.
Sul posto, per capire cosa fosse accaduto, i Carabinieri del Radiomobile, che si sono trovati di fronte a versioni contrastanti dei fatti. La donna, una 23enne lucchese, moglie dell'uomo finito nel fiume e salvo per miracolo, era stata la prima ad allertare i soccorsi, temendo di essere stata la responsabile della caduta. L'uomo, una volta in salvo, sofferente e graffiato in più parti del corpo, avrebbe invece raccontato ai soccorritori di essere stato spinto dalla donna e di essersi salvato aggrappandosi alla vegetazione. Poi è risalito verso il paese utilizzando delle scalette per poi attirare l'attenzione dei residenti e degli avventori del circolo.

La donna, che era arrivata sul posto insieme al marito ed al figlio prima dei fatti, dopo aver lasciato il bimbo dai genitori è comunque tornata sul luogo assieme al proprio padre, per capire cosa fosse successo e per agevolare i soccorsi. Sul posto è stata ascoltata anche dai carabinieri che hanno voluto vederci chiaro sulla vicenda. Ma nessun elemento è emerso nei suoi confronti, il tutto asseverato dal fatto che l'uomo aveva forse alzato un po' troppo il gomito ed avrebbe in sostanza perso da solo l'equilibrio. Non è stato invece necessario l'intervento dei vigili del fuoco con le cellule fotoelettriche, nononstante questi fossero già stati preallertati dai carabinieri per la ricerca dell'uomo. Prima che fosse necessario, infatti, è arrivata al 118 la telefonata che richiedeva i soccorsi per un uomo che poco prima era finito in acqua.
Una vicenda che, comunque, con tutta probabilità verrà archiviata come un incidente visto che nessun addebito è stato elevato nei confronti della donna né alcuna denuncia presentata dal marito.

 

Gabriele Mori
Enrico Pace

Ultima modifica ilSabato, 15 Novembre 2014 13:30

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter