Menu
RSS

Rene scambiato, sospesi chirurgo e medico radiologo

mediciszUn errore clamoroso, che porta la sanità di Lucca in primo piano, ma in negativo, a livello toscano e anche nazionale. Il caso del rene "scambiato" in un paziente affetto da tumore (Leggi) non resterà impunito. Lo assicura l'assessore alla sanità, Stefania Saccardi, che ha già disposto la sospensione dall'incarico del chirurgo che ha operato e fa parte dell'equipe di urologia (ma non è il primario) e del medico radiologo che ha refertato l'esame che ha indotto poi nell'errore medico. "Prendo atto con enorme dispiacere di quanto è accaduto all'ospedale di Lucca, e sono vicina al paziente e alla sua famiglia - commenta l'assessore -. Offriremo al paziente tutti i percorsi possibili per rimediare all'errore compiuto dai medici e prenderemo provvedimenti immediati".

"Ho chiesto alla direzione generale dell'azienda l'immediata sospensione del chirurgo e di chi ha refertato l'esame - fa sapere ancora l'assessore - E attendo i risultati della commissione d'inchiesta del Centro regionale rischio clinico per adottare ulterori provvedimenti necessari". Un colpo all'immagine di tutta la sanità in Toscana, e soprattutto della nuova Asl di area vasta, diretta da Maria Teresa De Lauretis che sul caso non ha rilasciato dichiarazioni nella nota ufficiale arrivata dalla direzione sanitaria che invece si è esposta, manifestando solidarietà al paziente e alla famiglia. Una vicinanza espressa anche dal sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini, che ha atteso la conferma dell'Asl prima di esprimersi: "In questo momento sentimenti opposti occupano la mia mente sui quali domina uno sgomento estremo pensando alla persona vittima di questo errore madornale. Queste cose non possono e non devono accadere. Ora - dice - ci aspettiamo una chiarezza estrema da parte dell’azienda sanitaria di fronte ai cittadini: ne và della credibilità di un ospedale, il San Luca, dove lavorano tante persone che quotidianamente svolgono la loro funzione con professionalità e passione.
 Questo compito tocca all’Asl e come sindaco responsabile della salute pubblica vigilerò affinché siano date le risposte che la collettività attende. Non accetterò in alcun modo tuttavia che su una vicenda dolorosa come questa si innestino polemiche e sciacallaggi volti a gettar fango sull’ospedale e più in generale sulla sanità lucchese, dove, lo dico una volta di più, lavorano persone dalla grande professionalità e umanità”.
Sul caso interviene anche il coordinatore regionale di Forza Italia, Stefano Mugnai, vicepresidente della commissione sanità in Regione: "Dopo il caso delle morti sospette per overdose di eparina all’ospedale Villamarina di Piombino, in provincia di Livorno, quanto accaduto presso il nuovo ospedale San Luca di Lucca con l’asportazione di un rene sano durante la seduta chirurgica rappresenta un nuovo passo nella corsa della sanità toscana verso il precipizio".
«Questo - dice Mugnai -  insieme all’esplodere con esiti talvolta rischiosi delle liste d’attesa, è il risultato delle scelte della giunta regionale guidata dal presidente Enrico Rossi che, prima di guidare la Toscana, è stato per dieci anni assessore regionale alla salute. Purtroppo non è finita. Lo dicevamo, sta accadendo. Non siamo certo lieti di aver avuto ragione".

Ultima modifica ilVenerdì, 29 Aprile 2016 20:56

6 commenti

  • Giovanni
    Giovanni Sabato, 30 Aprile 2016 13:48 Link al commento

    Purtroppo ennesimo episodio di malasanità!
    E' inutile creare strutture ospedaliere all'avanguardia e poi mettere direttori e primari incompetenti!!!
    Mi sono trovato al San Luca per assistere mio padre durante la sua operazione alla prostata e l'unica cosa buona che ho trovato e' stata la disponibilità e gentilezza di ALCUNI infermieri nonostante siano in pochi per assistere pazienti!!!

  • maria giuseppina
    maria giuseppina Sabato, 30 Aprile 2016 13:06 Link al commento

    Sinceramente il nuovo ospedale fa piangere, meglio il vecchio , ma tanto ormai non spero nemmeno più, si parano il cosiddetto fra loro, non emergono gli errori, io intant pago le consegueze d un errore medico da anni....non credo nei medici, non credo nei politici corrotti, non credo in nulla

  • Sara
    Sara Sabato, 30 Aprile 2016 11:53 Link al commento

    Il mio compagno si è operato giovedì nel reparto di chirurgia multi specialistica' e apparte un infermiera brava e disponibile le altre erano scorbutiche e infisponenti i dottori poco disponibili c e tutto da migliorare ho trovato invece nel reparto OBI dottori e infermiere brave e disponibili!!,dovrebbero tutti fare un'esams di coscienza sul proprio operato.

  • mur
    mur Venerdì, 29 Aprile 2016 20:39 Link al commento

    Farebbero meglio a controllare anche quanto avviene in corsia a nefrologia. Ritengo inaccettabile che un medico prescriva dosaggi di medicinali errati prima e dopo un intervento chirurgico ignorando le predisposizioni dei colleghi più esperti. Possibile che non ci sia mai un controllo su quanto avviene con la massima leggerezza? Se ti fidi, o non hai le adeguate capacità cognitive, corri il rischio di essere ucciso o intossicato in ospedale! Questo è quanto è avvenuto a mio marito il mese scorso a Lucca.

  • elisa
    elisa Venerdì, 29 Aprile 2016 17:12 Link al commento

    Ho partorito con taglio cesareo al San Luca nel 2014.
    Dopo 12 ore mi portano a fare una radiografia per essere sicuri di non avere lasciato un ferro lungo 19 cm nella mia pancia.
    A parte questo episodio, ho trovato un reparto allo sbando, mancanza di coordinamento, medici che seguivano le proprie pazienti e tralasciavano le altre. In 4 giorni di degenza ho constatato vari episodi di mancanza di professionalità.

  • Laura Maria Chiara Giorgi
    Laura Maria Chiara Giorgi Venerdì, 29 Aprile 2016 15:53 Link al commento

    assessore Saccardi si dimetta se ha un minimo di dignità.
    Avere creato una sanità “ di merda”, scusate il francesismo” e ora fa anche la puritana!
    Si vergogni

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter