Menu
RSS

Coppia presa a bastonate, tre arrestati

carabinierinottecontrolliUna vera e propria spedizione punitiva a casa del rivale, preso a bastonate insieme alla compagna per questioni di gelosie e tradimenti legate ad alcune donne contese. In tre si sono presentati a Mutigliano dal rivale e l'hanno affrontato, spedendolo all'ospedale insieme alla compagna. Entrambi sono stati medicati dal pronto soccorso e hanno riportato ferite giudicate guaribili tra i 15 e i 20 mentre i tre aggressori sono stati catturati poco dopo il raid dai carabinieri di San Concordio e da quelli del radiomobile. Si tratta di Massimo e John Balestra, di 45 e 22 anni, e dell'amico Massimo Rizzi, di 43 anni.

La violenza è scattata nel tardo pomeriggio di ieri (20 giugno) nell'abitazione di un uomo, già conosciuto alle forze dell'ordine, a Mutigliano. Insieme alla compagna è stato sorpreso dai tre, che lo hanno affrontato subito a parole pesanti. Un regolamento di conti sfociato in una lite violenta, per questioni di donne. Ci sarebbe, infatti, la gelosia alla base di quella che gli investigatori ritengono una ritorsione programmata. I tre, infatti, si sono presentati armati di bastoni con l'intenzione di farla pagare all'uomo. Prima i tre hanno iniziato a litigare, poi però dalle parole si è passati subito ai fatti ed è iniziato il pestaggio. Una gran confusione che non è passata inosservata. Passanti hanno chiamato i carabinieri che sono accorsi con più pattuglie di San Concordio e del radiomobile sul posto. I tre sono stati bloccati e accusati di lesioni aggravate in concorso, mentre per le vittime sono state fatte arrivare le ambulanze che li hanno trasportati al pronto soccorso dell'ospedale San Luca. I Balestra e il presunto complice Rizzi, invece, hanno trascorso la notte agli arresti domiciliari e stamani (21 giugno) sono comparsi di fronte al giudice per il processo con rito direttissimo. Il più giovane è stato messo ai domiciliari, mentre gli altri due, dopo l'accoglimento dei termini a difesa, attenderanno la prossima udienza di luglio in una cella del carcere San Giorgio di Lucca.

Ultima modifica ilMartedì, 21 Giugno 2016 19:43

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter