Menu
RSS

'Primavera d'essai', settimana di film ad Artè

cin arteLa rassegna Primavera d'essai, una festa del cinema, prevede, al cinema Artè di Capannori, la proiezione di quattro film in prima visione.
Si parte domani (25 aprile), alle 21, com La donna elettrica, di Benedikt Erlingsson (Islanda/Francia, 2018 - 101’). La routine di Halla nasconde una vita segreta fatta di spericolate azioni di sabotaggio e resistenza contro le multinazionali che invadono le terre islandesi. Quando la richiesta di adozione di una bambina va a buon fine, la sua vita cambierà radicalmente. Un film stratificato, scanzonato eppure complesso.
Al centro di tutto la Natura e il suo dominio, le sue priorità e la voglia di raccontare un mondo dove generosità e altruismo sono ancora possibili.
Sabato (27 aprile), alle 21, C'è tempo, di Walter Veltroni (Italia, 2019 – 107’) con Stefano Fresi, Simona Molinari.

Leggi tutto...

Liberazione, il programma delle celebrazioni a Colle di Compito

liberazione 2019 colle di compitoAnche a Colle di Compito le celebrazioni della Festa della Liberazione. Domani (25 aprile) l'appuntamento è alle 10,30. Il programma dell’iniziativa, promossa dal Comune di Capannori con la collaborazione dell'Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea in Provincia di Lucca e della comunità di Colle di Compito, ha subito una piccola variazione per motivi organizzativi.

Leggi tutto...

Sinistra con Capannori: “25 aprile, una festa di tutti”

sinistracapannori25 aprile, una festa di tutti. La pensa così Sinistra con Capannori che esplicita il significato delle celebrazioni alla vigilia dell'anniversario della Liberazione.
"Sembra quasi assurdo doverlo ricordare - dicono dalla lista - Il 25 aprile è una festa nazionale, non una festa di parte, "divisiva" come alcuni vanno ancora strumentalmente affermando. Festeggiamo oggi la liberazione delle grandi città (Genova, Torino, Milano, dopo Bologna il 21 aprile 1945) e, simbolicamente, dell'Italia intera dall'occupazione nazista, spalleggiata al nord dai fascisti di Salò. Festeggiamo, con la Liberazione, l'ingresso in una nuova epoca e in una nuova Europa, liberata dall'incubo del Nuovo Ordine Europeo hitleriano: un progetto folle di asservimento dei popoli su base razziale da raggiungere mediante guerra totale e sterminio. Ci dimentichiamo troppo spesso che la Liberazione fu una "lunga" liberazione. Non fu il dono di un esercito alleato a un popolo passivo o recalcitrante. Fu l'esito di venti mesi di lotta - pagati con stragi, deportazioni, persecuzioni politiche e razziali - in cui l'antifascismo divenne maggiorenne e unito, dopo venti anni di dittatura fascista; fu lo sbocco vittorioso di "resistenze" diverse (partigiana combattente, militare, civile, religiosa) all'indomani dell' 8 settembre 1943 e del crollo ignominioso della vecchia classe dirigente. Fu la costruzione di una nuova idea di Patria - non la sua "morte" - dopo i deliri romano-imperiali e la vergogna delle aggressioni ad altri popoli e paesi, nei Balcani e in Africa".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter