Menu
RSS

Commemorati partigiani che salvarono Lucca dalle bombe

  • Pubblicato in Cronaca

IMG 1431Se oggi Lucca è come la conosciamo, lo si deve a quattro giovani coraggiosi lucchesi che nella notte, tra il 3 e il 4 settembre del 1944, a rischio della loro vita, raggiunsero il battaglione alleato guidato dal generale J.R. Sherman, accampato oltre il torrente Ozzeri a Pontetetto, per avvertire che “Ogni bombardamento è inutile, la città è già liberata”. Grazie al coraggio di Guglielmo Bini, Giuseppe Lenzi, Alberto Mencacci e Alfonso Pardini, Lucca è stata risparmiata dai bombardamenti degli alleati, preservando quel fascino e maestosità che ancora oggi la caratterizzano. Le gesta di questi 4 partigiani – e di molti altri – sono state ricordate questa mattina (24 aprile) all’altezza del Ponte dei Frati, dove un cippo ricorda questo atto di coraggio. La cerimonia di commemorazione, a cui hanno partecipato anche i parenti dei quattro partigiani e diversi rappresentanti della maggioranza oltre ai membri di Anpi e dell’Istituto storico della resistenza di Lucca, si è aperta con la deposizione di una corona di alloro ed un minuto di raccoglimento.

Leggi tutto...

Lucca ricorda i partigiani che la salvarono dalle bombe

lapidepontetettoLa Liberazione di Lucca, la salvezza dai bombardamenti. Il dolore e la memoria. Tutto questo sarà il 25 aprie di Lucca.
“Ogni bombardamento è inutile, la città è già liberata”. Fu così che quattro giovani partigiani lucchesi salvarono Lucca dai bombardamenti degli alleati, risparmiando ulteriore dolore, distruzione e morte. Così salvammo Lucca, è infatti il titolo dell’iniziativa aperta al pubblico che mercoledì (24 aprile) alle 11, l’Anpi e l’Istituto storico della Resistenza e dell’Età contemporanea in provincia di Lucca, in collaborazione con il Comune e la Provincia di Lucca, terranno al Ponte dei Frati, a Pontetetto (subito dopo il canile, sulla destra), lungo l’Ozzeri. Proprio lì dove una lapide, restaurata di recente dall'amministrazione comunale, ricorda l’impresa dei quattro giovani lucchesi, Guglielmo Bini, Giuseppe Lenzi, Alberto Mencacci e Alfonso Pardini, che nella notte tra il 3 e il 4 settembre 1944 andarono ad avvertire gli Alleati di non bombardare la città, visto che i tedeschi erano già stati tutti sconfitti.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter