Menu
RSS

Minaccia di darsi fuoco per eredità, salvato dai carabinieri

  • Pubblicato in Cronaca

carabinieri autoMinaccia di suicidarsi e di dare fuoco alla sua abitazione. E' successo stamattina a Viareggio quanto un 75enne, dopo una lite con la moglie sulla destinazione dell'eredità della coppia si è prima cosparso di benzina e poi ha minacciato di uccidersi e di da fuoco all'abitazione. Sul posto, allertata dalla moglie dell'uomo, la pattuglia del radiomobile dei carabinieri già impegnata nel controllo del territorio. I militari hanno subito calmato l'uomo e lo hanno convinto ad allontanarsi da una stufa a legna che in quel momento era accesa. Una volta riportata la calma e messa in sicurezza la situazione, l'uomo è stato affidato ad un'ambulanza del 118 che lo ha trasportato per controlli all'ospedale Unico Versilia per i controlli del caso.

Leggi tutto...

Pompe manomesse per evadere il fisco, Finanza in azione

  • Pubblicato in Cronaca

Guardia-di-Finanza1Dalle prime ore della mattinata di oggi (25 novembre) i finanzieri del nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Firenze stanno dando esecuzione a numerose perquisizioni in diverse regioni d’Italia (Toscana, Lombardia, Liguria, Sardegna e Lazio), a seguito di un provvedimento di perquisizione emesso dal Procuratore della Repubblica facente funzioni di Prato, Antonio Sangermano, nell’ambito di una complessa indagine sulla fornitura e la commercializzazione, nel periodo 2008-2014, di ingenti quantitativi di prodotti energetici, sottratti all’accertamento ed al pagamento delle accise, in violazione del testo unico.
Il reato sarebbe stato compiuto anche con la manomissione dei sigilli dei misuratori fiscali installati presso le cosiddette “baie di carico” del deposito fiscale oggetto d’indagine. 28 le persone complessivamente indagate (16 dipendenti di una società operante nel settore petrolifero, 5 pubblici ufficiali e 7 dipendenti di aziende produttrici e distributrici di strumenti di misurazione e/o hardware e software), di cui 18 destinatarie del provvedimento di perquisizione.
Le ipotesi di reato contestate, a vario titolo, vanno dall’associazione a delinquere finalizzata alla commissione di una pluralità indeterminata di reati quali l’appropriazione indebita aggravata, la sottrazione di prodotti energetici al pagamento dell’imposta, alla alterazione di strumenti di misurazione dell’erogazione di prodotti petroliferi e di rimozione dei sigilli prescritti e apposti dall’amministrazione finanziaria, nonché alla frode in commercio. Le indagini sono tuttora in corso.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter