Menu
RSS

Falsi testamenti per rivendere le proprietà di anziani deceduti: tre fratelli in manette per un giro milionario fra Garfagnana e Versilia

  • Pubblicato in Cronaca

di Roberto Salotti
IMG 20191114 WA0000Facevano registrare testamenti olografi di anziani defunti, intestandoli a prestanome o complici, all'insaputa dei legittimi eredi, aspirando a fare affari facili alle loro spalle: mettendo immediatamente sul mercato delle compravendite immobiliari prestigiosi appartamenti, a Pisa e a Livorno, o terreni edificabili nella zona vip di Forte dei Marmi, Roma Imperiale. Un giro d'affari di diversi milioni di euro, che tre fratelli della Garfagnana, avevano intenzione di spartirsi, programmando colpi da qui al 2027. Una vera e propria associazione a delinquere a conduzione familiare, sostengono i carabinieri della compagnia di Castelnuovo, diretti dal maggiore Giorgio Picchiotti e della compagnia di Viareggio, guidati dal capitano Edoardo Cetola, che ieri hanno eseguito nei loro confronti tre ordinanze di custodia cautelare firmate dal gip Antonia Aracri, su richiesta del pm Enrico Corucci. In carcere sono finiti Fabio Canozzi, 41 anni, consulente finanziario di Minucciano, ritenuto la mente della gang, che dieci anni fa si era candidato a sindaco nel comune Garfagnino e il fratello Giancarlo, 53 anni, ex operaio per una ditta di escavazioni in Russia e attualmente disoccupato. Ai domiciliari è finito anche l'altro congiuro, Giuliano, 51 anni, anche lui già noto alle forze dell'ordine e con precedenti.

Leggi tutto...

Protezioni sulle Mura, Barsanti: "Politica pavida"

lucca mura07Una netta e radicale contrarietà alla decisione di installare protezioni sulle Mura. È la posizione del consigliere comunale Fabio Barsanti, che accusa di pavidità politica il sindaco Tambellini per un'ordinanza emessa su semplice indicazione della procura.
"La pavidità del sindaco è imbarazzante - afferma Barsanti - perché invece di difendere a spada tratta i dirigenti comunali ingiustamente indagati dalla procura, esegue senza batter ciglio e senza manifestare alcun tipo di opposizione una semplice indicazione della Procura che ha dell'assurdo; come assurda è, sin dalla sua genesi, questa inchiesta. Anziché battere, eventualmente, la strada dell'abbandono di minore nei confronti di chi non si attiene alle norme, non solo si indagano dirigenti comunali, ma si vorrebbe imporre uno scempio al nostro monumento principale; scempio duramente e giustamente contestato da moltissimi cittadini lucchesi".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter