Menu
RSS

Condannato per spaccio, espulso un 32enne

  • Pubblicato in Cronaca

poliziaarrestoE’ stato espulso un 32enne di origini albanesi ma residente a Lammari entrato illegalmente in Italia circa 18 anni fa e già condannato per stupefacenti e altri reati: il provvedimento è stato eseguito oggi (18 gennaio) dalla questura di Lucca, i cui agenti hanno accompagnato l'uomo alla frontiera. L'espulsione, scaturita anche dagli approfondimenti svolti dagli operatori dell'ufficio immigrazione, è stata adottata per la "gravità e la reiterazione dei reati commessi, che hanno generato grave allarme sociale", spiega la questura. L'uomo raggiungerà in serata il paese d'origine.

Leggi tutto...

Encomi e lodi agli agenti che si sono distinti

  • Pubblicato in Cronaca

IMG 7176Un'occasione per riconoscere il lavoro di agenti e investigatori, in un momento celebrativo per la polizia di stato, al di fuori della tradizionale festa. “Perché abbiamo voluto ricordare a tutti coloro che vivono il loro impegno in polizia con assoluta dedizione che l'amministrazione apprezza il loro lavoro e lo riconosce con encomi e attestati”, ha detto stamani (21 novembre) il questore di Lucca, Alessandro Giuliano, intervenendo alla cerimonia di premiazione organizzata alla caserma Mussi della polizia.

Leggi tutto...

Abusata e seviziata dall'amante conosciuto su Facebook

  • Pubblicato in Cronaca

poliziaindaginiluccaL'amante conosciuto su Facebook si è rivelato uno spietato aguzzino che l'ha costretta perfino a macabri rituali di purificazione in chiesa, per lavare l'onta del suo orgoglio ferito. Ma la gelosia dell'uomo, un 41enne originario di Messina e residente a Villafranca Tirrena era soltanto nella sua mente malata. Che lo spingeva, non solo a minacciare di morte la donna, ma ad impedirle di avere una vita normale. Accecato dalla paura che la donna potesse frequentare le amiche o, peggio ancora, qualche altro uomo, la costringeva a videochiamarlo per ogni spostamento e quando non si riteneva soddisfatto la costringeva ad andare in chiesa, ad inginocchiarsi e a bucarsi il dito con uno spillo, facendo cadere le gocce di sangue su di un santino. In caso per costringerla a togliersi un tatuaggio l'avrebbe anche minacciata di dissolverglielo con l'acido.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter