Menu
RSS

Codacons, azione risarcitoria per medici specializzati dopo il 1991

1517141759110374Nuova azione risarcitoria lanciata oggi (20 luglio) dal Codacons in Toscana. L'iniziativa è rivolta ai medici della regione che si sono specializzati dopo il 1991. Ad aprire le porte ai risarcimenti in favore dei camici bianchi una sentenza della Corte d’Appello di Roma, emessa solo pochi giorni fa, che per la prima volta in Italia riconosce il diritto alla remunerazione economica anche a quei medici che si sono specializzati negli anni successivi al 1991. I giudici hanno accolto il ricorso promosso dal Codacons che chiedeva il riconoscimento dei loro diritti economici sulla base delle normative comunitarie, condannando lo Stato italiano a corrispondere in loro favore le retribuzioni non versate, da calcolare parametrandole agli stipendi percepiti dai medici assunti dal Servizio sanitario nazionale, oltre agli interessi di legge.

Leggi tutto...

In corsia senza paga, rimborso per 12 medici lucchesi

QEL 7863"Medici in corsia senza essere pagati". Questo l'allarme di Consulcesi, il network legale leader in ambito sanitario, grazie al quale 12 medici di Lucca sono stati rimborsati dallo stato complessivamente con oltre 379mila euro. "Una discriminazione - spiega Consulcesi - patita da chi si è specializzato tra il 1978 e il 2006 senza ricevere il corretto trattamento economico, nonostante fosse previsto dalle direttive Ue in materia (75/362/Cee, 75/363/Cee e 82/76/Cee). Grazie alle azioni collettive portate avanti da Consulcesi oltre 470 medici provenienti da tutta Italia, con una netta prevalenza degli specialisti fiorentini e delle altre province toscane, ricevono a Firenze gli assegni di rimborso firmati dalla presidenza del Consiglio dei Ministri; il tutto per un ammontare complessivo di oltre 15 milioni di euro grazie alla sentenza 4348/16 della Corte di appello di Roma".

Leggi tutto...

Anzianità per i medici, class action contro Asl

  • Pubblicato in Cronaca

72bd5428b218cdec79a975ee5ab59b96Il Codacons lancia oggi (9 giugno) un'azione risarcitoria collettiva a tutela di medici e veterinari che hanno prestato servizio nelle Asl della Toscana. L'associazione dei consumatori chiede per ogni dirigente medico o veterinario che abbia operato in Toscana, anche con contratti a termine, risarcimenti fino a 70 mila euro ciascuno. "La Corte di Cassazione, infatti - spiega l'associazione dei consumatori -, con una importantissima sentenza ha infatti stabilito che i dirigenti medici e veterinari che hanno prestato servizio nelle Asl attraverso contratti a termine, anche se non continuativi, hanno diritto all’anzianità di carriera e alle relative retribuzioni previste dalla legge di settore. Una decisione che apre alla possibilità per tutti i dirigenti medici e veterinari di ruolo, che abbiano optato per l’esercizio dell’attività libero professionale, di incrementare la propria anzianità di servizio complessiva utile ai fini della maturazione della indennità di esclusività e della retribuzione di posizione, sommandovi i periodi di servizio svolti sulla base di contratti a tempo determinato, ancorché non continuativi".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter