Menu
RSS

Furti su commissione in aziende, presa la banda

  • Pubblicato in Cronaca

di Roberto Salotti
Schermata 2018 07 30 a 12.53.08Facevano sopralluoghi in 'incognita' nelle aziende che dopo poche ore avrebbero preso di mira. Trafugando la refurtiva e nascondendola nella boscaglia nei pressi delle imprese visitate, raggiunte a piedi dopo aver abbandonato l'auto (anch'essa rubata, per non lasciare tracce) anche a 5, 6 chilometri di distanza dall'obiettivo. Erano come dei fantasmi: in grado di muoversi nel buio, senza bisogno di comunicare con i cellulari che venivano appositamente spenti per depistare le indagini della polizia. Agivano sotto l'effetto delle droghe, ritengono gli inquirenti: per questo erano veloci come cavallette, dimostrando anche una forza sovrumana in alcuni dei furti di cui adesso dovranno rispondere alla giustizia. Fuggivano, poi, senza la refurtiva, che veniva recuperata, o fatta recuperare da complici, l'indomani. Una banda di ladri scatenati che, nonostante le tecniche camaleontiche utilizzate dai suoi componenti, che riuscivano a cambiarsi perfino d'abito dopo i colpi, è stata individuata e smantellata dagli uomini della squadra mobile di Lucca, diretti dal commissario Silvia Cascino, che, lentamente, sono riusciti a dare un nome e un volto agli autori di una serie di raid partiti nel febbraio scorso.

Leggi tutto...

Molestie su una minorenne, resta in cella l'aggressore

  • Pubblicato in Cronaca

poliziaindaginiluccaHa fatto scena muta. Non ha detto una parola, nulla per spiegare cosa era accaduto venerdì scorso (13 luglio) sulla panchina nei pressi di Porta S. Pietro. Nulla, per difendersi dall'accusa di aver abusato sessualmente di una adolescente di 15 anni, prima palpeggiandola poi tentando di baciarla. Il 34enne, di origini somale, arrestato poco dopo l'episodio dalla polizia (Leggi), si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al gip del tribunale di Lucca che ha convalidato il suo arresto. L'accusa per l'aggressore che resta in carcere è quella di violenza sessuale. Un fatto sconcertante, avvenuto nel cuore del centro storico, in una zona che per la sua vicinanza ai locali, è spesso frequentata da giovani, molti dei quali minorenni. 

Leggi tutto...

Consegnava la droga a domicilio, arrestato pusher

  • Pubblicato in Cronaca

poliziaarrestoUn corriere della droga al dettaglio faceva le consegne al domicilio dei clienti in centro storico. Bastava una telefonata e lui arrivava, a bordo della sua auto, con la dose richiesta. Il presunto pusher, 37 anni, di origini albanesi ma residente a Lucca, è stato arrestato dalla polizia che ieri ha eseguito nei suoi confronti un'ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip per spaccio continuato.
Lo hanno incastrato le indagini degli agenti della squadra mobile di Lucca, diretti dal commissario Silvia Cascino, che qualche tempo fa avevano assistito, durante controlli in abiti civili, al litigio tra lo spacciatore ed un cliente, che insisteva per avere una dose a credito.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter