Attilio Terragni disegna la Lucca del futuro: mostra all’ex Canile sulle Mura

Si intitola After geometry comes freedom l’esposizione pensata per la città di Lucca delle opere di Attilio Terragni, eclettico artista del panorama internazionale, architetto e ingegnere. La Casa della Città è testimone di questa occasione, e la promuove. Semina di una pianta robusta, figlia dell’innesto di arte e città, urbanistica e cultura: perché “vogliamo ampliare per ciascuno di noi luoghi, linguaggi e occasioni di capire il passato, stare bene nel presente e pensare il futuro”, come si legge ne Le ragioni di un nuovo piano strutturale, relazione di avvio del procedimento, del luglio scorso.

Disegni e dipinti inediti che risentono di una continua e fervida ricerca grafica. Un viaggio tra forme e visioni, onirico e materico al tempo stesso. Terragni individua nella trasfigurazione l’effetto autentico dell’arte e lo esprime nell’esperienza della geometria spirituale, che insiste sul mondo abitabile e ha il potere di cambiarlo. La conferenza inaugurale dell’autore si terrà il 15 dicembre alle 15, all’auditorium della Cappella Guinigi. L’esposizione sarà visitabile tutti i giorni, dal 15 dicembre all’11 gennaio, nei rinnovati locali della Casermetta San Salvatore, meglio nota come ex Canile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.