Concerto alla scoperta di Luchesi per l’ultimo appuntamento della Sagra musicale lucchese

Ultimo eccezionale appuntamento con la Sagra Musicale Lucchese, sabato alle 21, nella chiesa di San Michele, con un concerto dedicato alle musiche inedite del 1700 italiano (inizio alle 21 a ingresso libero).

Una serata alla scoperta di Andrea Luchesi, un musicista la cui vita è ancora in parte adombrata dal mistero e che recentemente è stato definito il fantasma di Mozart e Haydn, e maestro di Beethoven. Il Concerto con musiche inedite del 1700 italiano presenta brani in prima ripresa moderna di Andrea Luchesi, per Soli, Coro e Orchestra, eseguiti dalla Cappella Musicale Santa Cecilia, dall’Orchestra da Camera Luigi Boccherini, sotto la direzione di Luca Bacci, che dal febbraio 2013 è Maestro del Coro della Cappella Musicale Santa Cecilia della Cattedrale di Lucca.
Andrea Luchesi (Motta di Livenza nel 1741 – Bonn nel 1801) è stato maestro di cappella dell’elettore a Bonn per venti anni, dal 1774 al 94. Organista, pianista e direttore d’orchestra compose musica sacra, teatrale, vocale-strumentale e strumentale. Dopo un apprendistato a Venezia, arrivò a Bonn dove succedette al nonno di Beethoven, Ludwig I, come maestro di cappella, alla corte del principe elettore, dove insegno anche a Beethoven. Ad accrescere il mistero legato a questo prolifico musicista il fatto che non firmasse, come da consuetudine in quanto maestro di cappella le sue opere, parte delle quali si sospetta siano state “vendute” a Haydn e Mozart o a loro attribuite. Resta il fatto che sia stato di fatto l’ultimo maestro di cappella tedesco e che molte cose sulla sua figura siano ancora da studiare chiarire. La Sagra musicale lucchese, il festival più longevo della città, è organizzato dall’Arcidiocesi di Lucca, dalla Provincia e dal Comune (soci fondatori), che lo sostiene con la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e l’Oleificio Rocchi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.