Le arti al museo, ecco le ‘Tracce primordiali’ al LuCCA

Più informazioni su

Prima puntata della rassegna Realtà della finzione. Il museo incontra il teatro, la musica, la danza e la parola, domani (19 luglio) alle 21,30 al Lucca Center of Contemporary Art. A dialogare in maniera interattiva col pubblico ci sarà Maurizio Vanni, nella veste di storyteller, accompagnato dalle sonorità acustiche di Gennaro Scarpato e dalle performance di danza di Sherlee Blanco che avranno come filo conduttore il tema Tracce primordiali.

La mostra Magnum sul set, in corso al LuCCA, farà così da scenario a un incontro che vuole incrociare l’arte dei grandi fotografi con i percorsi sonori affidati alle percussioni. Il pubblico sarà accompagnato in un affascinante viaggio musicale da Gennaro Scarpato, batterista, percussionista e produttore, alla scoperta dei suoni di antichi strumenti come il dundun, il djembé, il tama, il balafon, il waterdrum, la calimba e tanti altri. Compito di Sherlee Blanco, cantante, ballerina e performer di origine portoricana, sarà quello di tradurre le sollecitazioni acustiche in movimenti del corpo. Obiettivo della serata è la ricerca della relazione tra percussioni, danza e i segni lasciati sulle pareti delle caverne dall’uomo di 35 mila anni fa per capire se possono essere considerati il primo tentativo di cercare la realtà attraverso la finzione.
Fondatore nel 1990, insieme al fratello, della band Hillside con cui si è esibito per 10 anni, nel 2000 Scarpato entra a far parte dell’ensemble milanese Musicamorfosi per poi fondare, due anni più tardi, i TriAd Vibration con i quali partecipa a importanti festival e rassegne musicali in tutta Europa. Per tanti anni batterista e percussionista di Edoardo Bennato per i suoi tour e trasmissioni televisive, ha collaborato anche con alti artisti italiani tra cui Alberto Fortis e Anna Oxa.
Biglietto unico di ingresso a 10 euro, comprensivo di visita della mostra Magnum sul set. Per info e prenotazioni fino a esaurimento posti, telefonare allo 0583.492180 o scrivere a info@luccamuseum.com.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.