Quantcast

Anche Leonardo Gori fra gli insegnanti della scuola di narrazione Mario Tobino

Insegnanti d’eccezione per la neonata scuola di narrazione Mario Tobino, al via da inizio 2017. Anche il fiorentino Leonardo Gori, padre del ciclo dei romanzi di Bruno Arcieri, farà parte della squadra di docenti coordinata da Divier Nelli. Al suo fianco nomi del calibro di Laura Bosio, Giulio Leoni e Marco Vichi. Professionisti della scrittura e profondi conoscitori del mondo dell’editoria che terranno delle lezioni di stampo laboratoriale per i 12 allievi della scuola di narrazione della Fondazione Mario Tobino.

Leonardo Gori è nato nel 1957 e vive e lavora a Firenze. È autore dei romanzi su Bruno Arcieri: prima capitano dei Carabinieri nell’Italia degli anni Trenta, poi ufficiale dei servizi segreti nella seconda guerra mondiale e infine inquieto senior citizen negli anni Sessanta del Novecento. Il primo romanzo della serie è Nero di maggio, ambientato a Firenze nel 1938, cui sono seguiti Il passaggio, La finale, L’angelo del fango (Premio Scerbanenco 2005), Musica nera, Lo specchio nero, Il fiore d’oro (questi ultimi due scritti con Franco Cardini), Il ritorno del colonnello Arcieri (2015) e Non è tempo di morire (2016). La serie di romanzi è in corso di riedizione in Tea. È anche autore di fortunati thriller storici, fra cui il ciclo dei romanzi cinquecenteschi con Niccolò Machiavelli indagatore: Le ossa di Dio (Rizzoli, 2007), La città del sole nero (Rizzoli, 2008) e La città d’oro (Giunti, 2013). Leonardo Gori è coautore di importanti saggi sul fumetto e forme espressive correlate (illustrazione, cinema, disegno animato).
Informazioni su www.fondazionemariotobino.it e sulla pagina Facebook @scuolamariotobino. Per iscrizioni, consultare il bando e compilare e inviare la relativa domanda a info@fondazionemariotobino.it entro e non oltre la mezzanotte del 5 dicembre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.