Quantcast

Con “Pinocchio, una fiaba in scena” l’esordio del laboratorio orchestrale Fratel Arturo Paoli

Importante esordio musicale domenica prossima (15 gennaio) alle 17 alla chiesa dei Servi.
Nel suggestivo scenario della Chiesa trecentesca, si terrà la rappresentazione di Pinocchio, una fiaba in scena che segnerà l’esordio della Lol – Laboratorio orchestrale lucchese Fratel Arturo Paoli, l’orchestra di bambini nata per iniziativa di Tempo di musica – Istituto musicale diocesano e Ufficio pastorale della Caritas Diocesana e sostenuta da un partenariato ampio, che vede impegnati il Comune di Lucca, la Flam, l’Alap, la Fondazione Tobino, i Lions Club Lucca Host e Lucca le Mura, Il Ciocco, Fondazione Il Cuore si scioglie, Unicoop – sezione soci Lucca, la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Protagonisti dello spettacolo su materiale musicale originale di Tommaso Valenti, oltre all’orchestra Lol, diretta da Carlo Alberto Valenti, saranno l’attrice lucchese Simona Generali, voce narrante che ha anche curato la riduzione teatrale partendo dal testo di Gianni Rodari e Aline Nari-Aldes in collaborazione con Alessandra Moretti, Elisa D’Amico, Anna Solinas di Spam! che realizzeranno interventi coreografici e improvvisazioni sceniche.
Il Laboratorio orchestrale Lol nasce dall’idea che la musica sia un aspetto irrinunciabile per la formazione di ogni individuo e che possa essere utilizzata anche come strumento di inclusione per bambini che affrontano situazioni difficili, dando a tutti la possibilità di apprendere, giocando, non solo la musica, ma anche le modalità di collaborazione e di cooperazione.
“E’ stato veramente stimolante lavorare con più di sessanta bambini che fino a pochi mesi fa non avevano mai imbracciato un violino o soffiato in un flauto – sottolinea Riccardo Bigongiari presidente di Tempo di Musica – e vedere la loro meraviglia quando si rendono conto che anche poche note suonate assieme possono creare un’armonia di suoni. In questo modo i bambini sperimentano il valore educativo e sociale del fare musica insieme che va oltre l’aspetto prettamente musicale”.
“La figura del docente Abreu in questo contesto – dice Tommaso Valenti coordinatore didattico del Laboratorio orchestrale lucchese – è simile a quella di un alchimista che mischia e fonde i vari talenti che recepisce dal bambino stesso al fine di creare un beneficio collettivo per il gruppo. La tecnica di insegnamento dello strumento viene da noi denominata “tecnica del vasaio”: Il bravo vasaio, con pochi tocchi delle mani forgia l’argilla che è in perenne movimento sul tornio senza ostacolarne la naturale vibrazione”.
“Il Laboratorio orchestrale – ricorda Donatella Turri, direttore dell’Ufficio pastorale Caritas della Diocesi di Lucca – ha consentito di creare una bella occasione di crescita personale e di inclusione anche per alcuni bambini che si trovano a sperimentare situazioni complesse. Infatti, l’orchestra accoglie anche i bambini che i centri di ascolto Caritas hanno invitato a partecipare al’esperienza, supportandoli nella possibilità di accedere gratuitamente alle lezioni e all’uso degli strumenti. Una bella esperienza di coinvolgimento e un modo concreto per creare reti di solidarietà e di vicinanza attorno ai bambini, tra i soggetti più esposti al rischio di esclusione sociale oggi”.
Lo spettacolo sarà preceduto, sabato 14 alle 16 presso la Corte dell’Angelo, dall’inaugurazione della mostra fotografica Forte come la musica di Nico Cerri, promossa dall’associazione Labirinto dell’Immagine, che raccoglie 30 foto scattate durante il primo anno di attività della Lol.
Nico Cerri, appassionato di fotografia da sempre, da oltre 10 anni coltiva la narrativa per immagini in bianco e nero. Dal 2008 al 2010 ha curato il progetto la materia della memoria, relativo alle testimonianza della Seconda guerra mondiale.
La mostra sarà visitabile fino a sabato 29 gennaio, tutti i giorni con orario 16,30 – 19,30 e il sabato e la domenica mattina anche la mattina dalle 10,30 alle 12,30. Sarà inoltre possibile acquistare il catalogo della mostra il cui ricavato andrà a sostenere le attività dell’orchestra.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.