Lucca Jazz Donna, tante novità e un omaggio a Lady D

Ci sarà anche un omaggio a Lady D durante la prossima edizione di Lucca Jazz Donna che conferma anche quest’anno la sua molteplice vocazione, unendo musica al femminile ma anche cultura, socialità e parità. Il conto alla rovescia è già iniziato per il festival dedicato ai talenti jazz al femminile organizzato dal Circolo Lucca Jazz insieme al Comune di Lucca, al Comune di Capannori, alla Provincia di Lucca, con il sostegno della Regione Toscana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, della Fondazione banca del monte di Lucca e il patrocinio delle Pari Opportunità della Regione Toscana. Sei le date a ingresso gratuito con la possibilità di dare un contributo ad una associazione di volontariato, e una conversazione finale con Amii Stewart sono gli ingredienti di questa edizione, sotto la direzione artistica del Circolo Lucca Jazz. La kermesse, giunta alla sua tredicesima edizione, è stata presentata al teatro del Giglio questa mattina (31 agosto), dove saranno proposte molte novità del settore. “Organizzare eventi gratis – sostiene Vittorio Barsotti, presidente del Circolo Lucca Jazz – non significa organizzare eventi senza valore: vogliamo dare un motivo di riflessione, grazie alle varie associazioni che hanno partecipato alla realizzazione dell’evento come Unicef, Croce rossa, Croce verde, La Luna, un’associazione fatta di donne per le donne. Ci trasmettono molto entusiasmo. La solidarietà e la musica sono un connubio perfetto per descrivere questo festival e divulgare il jazz nella nostra realtà”.


Dopo il successo dello scorso anno viene rinnovata la partecipazione di varie case discografiche italiane: da Alfamusic Records, Filibusta Records, Philosophy Records, Dot Time Records, Max Sound Records a Nadir Music. L’assessore alla cultura Stefano Ragghianti ha sottolineato l’importanza di Lucca Jazz Donna. “Manifestazioni del genere – ha detto – dovrebbero essere ulteriormente consolidate, anche perché si svolgono in un periodo molto interessante, tra il Settembre lucchese e Lucca Comics”. Anche l’assessore alla cultura di Capannori Silvia Amadei ha sposato da subito questo format: “Come Capannori abbiamo deciso di sostenere e collaborare a questa iniziativa molto importante a livello culturale”. Gianni Del Carlo, amministratore del teatro del Giglio, sottolinea il forte impatto della manifestazione. “L’edizione di quest’anno – ha detto – è particolarmente ricca a livello culturale”. Il via ufficiale sarà dato sabato (30 settembre) e gli eventi andranno avanti fino a domenica (22 ottobre). L’apertura della kermesse si terrà alle 21,15 a Palazzo Ducale con Elisa Mini Quintet con Beyond the line, con Miguel Magrini al piano, Francesco Pierotti al contrabbasso, Bernardo guerra alla batteria, Federico Pierfantoni al trombone. La Cettina Donato band presenta Alla radice del jazz con la voce di Michela Lombardi ed Emiliano Leconsolo. Lucca Jazz Donna continua venerdì (6 ottobre) al teatro Artè di Capannori alle 21,15 con Simona Parrienello Quartet e il suo Con calma, accompagnata da Gianluca Di Ienno al piano, Giulio Conti al contrabbasso, Alessandro Rossi alla batteria e Valentina Bartoli con Radical boo-bish, accompagnata da Cristiano Telloili al sax alto e Piero Borri alla batteria. Sempre al teatro Artè di Capannori si svolge sabato (7 ottobre) la successiva serata, alle 21,15, con Annalisa de Feo e Dos duo onirico sonoro e il Diana tejera quintet composto da Fernando Pantini alla chitarra, Fabrizio Fratepietro alla batteria, Pietro Casadei al basso ed Ersilia Prosperi alla tromba. Sabato (9 ottobre) al palazzo Ducale si terrà invece il convegno Jazz che impresa – nuovi scenari e le opportunità aperte dalla riforma delle collecting e dal riassetto del mercato dei diritti connessi al diritto d’autore. Giovedì (12 ottobre) alle 10,30 al complesso di San Micheletto si svolgerà un incontro per discutere con gli artisti e le istituzioni presenti in occasione del festival dei nuovi scenari e le opportunità aperte dalla riforma delle collecting e dal riassetto del mercato dei diritti connessi al diritto d’autore, a cura di Itsright, una società di collecting che gestisce i compensi per i diritti connessi, dovuti per la pubblica diffusione di musica registrata. Lucca Jazz Donna prosegue poi al teatro San Girolamo di Lucca venerdì (13 ottobre) alle 21,15 con Francesca Fusco quintet “oltre project” e Francesca Palamidessi quintet con Monkey Tempura. Nel set successivo sarà invece protagonista Mariella Pandolfi quintet con Bye Bach blues accompagnata da Derissen al violino, Mercogliano al contrabbasso e la Pusata alla batteria. Ancora al teatro di San Girolamo avrà luogo l’evento successivo sabato (14 ottobre) alle 21,15 con Stefania Tallini e il suo Intimidade piano solo, il Letizia Fellugo trio con Starring from tonight… accompagnata da Giovanni Ceccarelli al piano e Alessandro Marzi alla batteria e Claudia Bardagi con Abaeté accompagnata da Reinaldo Santiago alla batteria e Juarandir Santana alla chitarra. L’evento continua domenica (22 ottobre) alle 21,15 nell’auditorium di San Francesco con la tanto attesa partecipazione di Amii Stewart che presenta Lady D e con Giovanni Tommaso al contrabbasso, Rita Martcotulli al piano e Alessandro Paternesi alla batteria presenta Around Gershwin. 
“Agli artisti chiediamo – conclude Barsotti – di entrare nel clima di Lucca jazz, di preparare un progetto originale. Ci sarà una Amii Stewart che nella prima parte della serata sarà intervistata per poi dare libero sfogo alla musica”. Il festival si conclude lunedì (23 ottobre) al cinema Astra alle 21 con la proiezione di Lunadìgas: esplorare il mondo delle donne senza figli, un film ambientato in Italia che racconta le storie di donne celebri e anonime determinate nella scelta di non avere figli.

Giulia Mariani

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.