Delegazione lucchese a Nagasaki nel segno di Puccini

Delegazione lucchese a Nagasaki nel segno di Puccini e Lucca torna nuovamente al centro della scena internazionale.

Nel corso degli ultimi cinque anni l’amministrazione comunale ha portato avanti un importante percorso per creare collegamenti tra Lucca e altri paesi europei e del mondo nel segno della cultura, della musica, degli scambi commerciali: sono stati avviati rapporti con diverse città, fra cui quella di Merida in Messico e con paesi come la Finlandia, mentre nel mese di aprile dello scorso anno Lucca ha ospitato i paesi che aderiscono al G7.
Ora la Nagasaki Music Association ha invitato nella città giapponese una delegazione composta dal Comune, dal teatro del Giglio e dalla Fondazione Giacomo Puccini, per creare le basi di uno scambio culturale tra Lucca e Nagasaki. Lucca è la città natale di Giacomo Puccini e Nagasaki è stata scelta dal maestro per l’ambientazione dell’opera Madama Butterfly. Nel 1996 Lucca aderì all’iniziativa in ricordo del 50esimo anniversario dal bombardamento atomico e in tale occasione fu donata all’allora sindaco di Nagasaki una statua che rappresenta Puccini con una piccola farfalla sulla spalla, che fu collocata in Glover Park. Lo scorso anno il Sindaco Alessandro Tambellini ha scritto al sindaco di Nagasaki per avviare un percorso verso la stipula di un Patto di Amicizia, incontrando la disponibilità del primo cittadino nipponico e da allora l’amministrazione comunale ha lavorato per la creazione di una valida proposta da presentare.
Il viaggio della delegazione lucchese servirà dunque da una parte ad approfondire i legami fra le due città, in particolare attorno alla figura del maestro Giacomo Puccini e dall’altra a definire gli ambiti di visibilità reciproca tra Lucca e Nagasaki per impostare una collaborazione che favorisca gli scambi di flussi turistici di alto livello culturale. E’ intenzione del Comune avviare scambi formativi con la città di Nagasaki che coinvolgano studenti, musicisti appassionati della vita e delle opere del maestro. La Fondazione Giacomo Puccini quindi introdurrà agli ospiti giapponesi l’importanza della casa natale e il giacimento documentario dell’archivio e delle potenzialità di studio che contiene. Il teatro del Giglio da parte sua intende realizzare nel 2020 nella città di Nagasaki la messa in scena dell’opera Madama Butterfly nella produzione del teatro stesso e il viaggio sarà dunque l’occasione per presentare gli allestimenti della scenografia originale.
Il programma della visita, che si svolgerà la prossima settimana, è molto intenso. In particolare il 20 marzo si svolgerà un simposio nella sede della Nagasaki Music Association: la delegazione presenterà Lucca, il teatro, il lavoro della Fondazione Giacomo Puccini e l’attività culturale e musicale che caratterizza la città. Il giorno successivo, il 21 marzo, è previsto un concerto, preceduto da un’illustrazione della città di Lucca e il giorno 23 marzo si svolgeranno due incontri istituzionali con il prefetto di Nagasaki, il Console italiano e il sindaco, nel corso dei quali saranno gettate le basi per futuri scambi tra le due città.
La delegazione lucchese in visita a Nagasaki sarà composta complessivamente da cinque persone: per il Comune il capo di gabinetto e un componente dell’ufficio di gabinetto che si occupa di gemellaggi, per il Teatro del Giglio l’amministratore unico e responsabile formazione e progetti speciali, per la Fondazione Giacomo Puccini il responsabile delle relazioni eterne. La Nagasaki Music Association contribuisce alle spese della trasferta con circa 330mila yen (2.400 euro) e la spesa prevista per il viaggio è di circa mille euro per ciascun componente la delegazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.