Quantcast

Leonardo Sanzò in concerto allo spazio Lum

Stasera (13 giugno) nuovo appuntamento musicale allo Spazio San Donnino per inaugurare a tutti gli effetti la stagione estiva. L’associazione culturale Lum presenta Leonardo Sanzò di Tutte le cose inutili in concerto.

Artista poliedrico che si divide tra scrittura e musica, tra creazione e interpretazione, Sanzò gira i palchi di tutta Italia da ormai cinque anni e presenterà sul palco nel giardino dello Spazio San Donnino stasera alle 19 l’ultimo album del duo toscano Tutte le cose inutili Non ti preoccupare, per l’etichetta Black Candy Records/Warner uscito il 26 gennaio scorso. Tutte Le Cose Inutili, di cui fanno parte i ventisettenni Leonardo Sanzò alla chitarra e voce e Francesco Meucci alla batteria, dal 2012 si fanno strada nel cantautorato punk superando 170 concerti in tutta Italia. Hanno all’attivo due dischi e due libri. Nel giugno del 2013 esce Preghiere Underground, libro+cd edito da Habanero Edizioni e subito un anno dopo, nell’aprile 2014, il duo toscano esordisce con l’album Dovremmo essere sempre così. Collezionano in questi anni diversi successi, nel 2015 infatti entrano a far parte della compilation #Canzonididomani per l’uscita di Catartica dei Marlene Kuntz.
Tutte Le Cose inutili non si fermano e infatti nel gennaio del 2016 esce il loro secondo libro Luce e Notte Fonda.
Dopo un anno passato a preparare l’ultimo lavoro, a distanza di tre anni del precedente, Leonardo Sanzò di Tutte Le Cose Inutili allo Spazio San Donnino porterà in scena Non ti preoccupare. E’ una presa di posizione, uno sguardo disincantato, una voce morbida e insieme dura che dice che siamo tutti coinvolti, che non c’è più ingenuità ma cattiveria ed egoismo da sconfiggere insieme. La risposta è in un gesto semplice, è nel conforto di una mano che tiene stretta un’altra mano.
Nessun campionamento, musica suonata e registrata in presa diretta per rendere su disco l’idea del live, della dinamica e dell’interplay tra chitarra e batteria. Parole importanti, parole urlate, figlie del nuovo cantautorato punk nel quale si identificano, allo Spazio San Donnino, Leonardo Sanzò, sopra un tappeto di musica diretto e incisivo di chitarre e batteria, mostra se stesso in tutte le sue sfaccettature senza sminuire l’arroganza e allo stesso tempo genuinità che caratterizzano da sempre Tutte Le Cose Inutili.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.