Torna Lubec al Real Collegio, fra cultura ed Europa

Si rinnova l’appuntamento con LuBeC – Lucca Beni Culturali, la rassegna dedicata al mondo dei beni culturali, dell’innovazione tecnologica di settore e dello sviluppo legato alla cultura, che quest’anno si svolgerà il 4 e 5 ottobre nella ormai consueta cornice del Real Collegio di Lucca. Tema di questa 14esima edizione è Patrimonio culturale, risorsa d’Europa, per una riflessione sui temi dell’Anno europeo del patrimonio culturale in un’ottica di dialogo ed integrazione interculturale.

LuBeC 2018 si presenta come momento di incontro e riflessione su temi cardine della filiera beni culturali-tecnologia-turismo, a cominciare dalla gestione e valorizzazione dell’eredità culturale, fino al dialogo con l’innovazione tecnologica, ma anche imprese culturali e creative, new media, industria e terzo settore.
Molti i laboratori, seminari frontali, talk, convegni e presentazioni in programma, tenuti dai principali esponenti del settore. Fra gli altri, Giuseppe Guzzetti, presidente dell’Acri e della Fondazione Cariplo che terrá una lectio magistralis, Brunello Cucinelli, fondatore dell’azienda omonima di caratura internazionale, che interverrà sul partenariato pubblico e privato per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio culturale. Iacopo Melio, giornalista freelance e attivista per i diritti umani e civili, e Mauro Felicori, direttore del museo della Reggia di Caserta, che si confronteranno sul tema dell’accessibilità alla cultura.
LuBeC 2018 è un evento Promo P.A. Fondazione – Ricerca, alta formazione e progetti per la pubblica amministrazione, realizzato con il sostegno del Mibact, di Regione Toscana, Comune di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e Fondazione Banca del Monte di Lucca.
Programma completo e iscrizioni sul sito www.lubec.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.