Al via il corso contro le violenze di genere

Al via oggi (18 settembre) all’auditorium San Romano il corso di formazione Formarsi in rete, il progetto zonale Restart 2018 che si terrà nella Piana di Lucca e in Valle del Serchio per contrastare la violenza di genere. Il corso, che si terrà da oggi fino all’8 novembre e prevede una durata di 28 ore suddivise in 7 moduli di 4 ore ciascuno, è stato realizzato in collaborazione con l’associazione Luna e la Provincia di Lucca, è aperto a tutto la popolazione, in particolare agli operatori e agli insegnanti che proprio ieri hanno cominciato le lezioni dopo la pausa estiva. Un obiettivo fondamentale del progetto prevede la realizzazione di una rete territoriale efficiente e funzionale nel contrasto alla violenza di genere.

Il percorso formativo è fondamentale per realizzare la condivisione di temi, linguaggio, approccio e metodologia nell’affrontare la comunicazione e il sostegno delle donne che vivono le tante situazioni problematiche con cui quotidianamente gli operatori e le operatrici dei servizi sociali, sanitari, educativi, scolastici delle forze dell’ordine, del centro antiviolenza e dei centri di ascolto si incontrano. Il percorso permetterà di realizzare un aggiornamento dal punto di vista culturale e normativo, un confronto sul vissuto quotidiano delle operatrici e degli operatori ed una definizione dei materiali e delle documentazioni relative al’accoglienza e all’accompagnamento delle donne in situazioni in difficoltà. Il corso proseguirà martedì (25 settembre), sempre nell’auditorium di San Romano, con la presenza di Fabio Roia, magistrato penale e presidente della sezione misure di prevenzione del tribunale di Milano. Martedì 2 ottobre l’appuntamento si sposterà in Sala Tobino (Palazzo Ducale) con le operatrici esperte sulla tematica del centro antiviolenza dell’associazione Luna onlus. L’incontro si terrà anche alla Fortezza di Mont’Alfonso. Martedì 9 ottobre, in Sala Tobino, lezione di empatia con i laboratori role-play della formatrice Carmen Cini che giovedì 11 ottobre sarà presente anche alla Fortezza di Mont’Alfonso. La Fortezza ospiterà (mercoledì 17 ottobre) anche l’incontro dal tema Effetti della violenza su operatori e costruzione della rete territoriale antiviolenza alla presenza dell’assessore Ilaria Vietina e della psicoterapeuta Giuseppina Majani. Gli appuntamenti si terranno anche al teatro Nieri di Ponte a Moriano martedì 23 ottobre con l’incontro della presidente DiRe – Donne in rete contro la violenza, Lella Palladino. L’ultimo modulo del percorso si terrà invece nuovamente in sala Tobino e alla Fortezza di Mont’Alfonso, rispettivamente martedì 6 e giovedì 8 novembre, con l’incontro Come uscire dalla violenza: competenze, buone prassi e analisi dei casi. Al termine della lezione è prevista una verifica finale delle competenze acquisite. Il corso è inserito nel piano formativo di ambito della Piana di Lucca e sarà ricnonosciuto per i docenti di ogni ordine e grado che intenderanno partecipare. Il progetto è patrocinato dall’Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri di Lucca e accreditato all’Ordine degli assistenti sociali della Regione Toscana e dell’Ordine degli avvocati di Lucca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.