Medici e Resistenza, convegno in San Micheletto

Venerdì (5 ottobre) dalle 16 alle 19 nel complesso di San Micheletto, in un convegno dal titolo Curare la guerra a Lucca. I medici, il conflitto mondiale, la Resistenza, storici e ricercatori cercheranno di individuare: il rapporto tra la medicina e i suoi operatori, i medici, e la lotta di liberazione contro nazismo e fascismo.

Dopo gli interventi istituzionali – Alessandro Tambellini, sindaco di Lucca, Luca Menesini, presidente della Provincia, Umberto Quiriconi, presidente dell’Ordine dei medici di Lucca, Isabella Tobino, presidente della Fondazione Mario Tobino, Marcello Bertocchini, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Simonetta Simonetti, Associazione Toscana Volontari della Libertà – sono previsti i contributi degli studiosi: Raffaele Dominici, medico pediatra, tratterà di Guglielmo Lippi Francesconi e Carlo Romboli: quando la professione e la storia si incrociano; la professoressa Anna Montesanti, figlia del capitano Montesanti, calabrese, ufficiale medico a Lucca negli anni della guerra, parlerà di Mio padre, il capitano medico Felice Montesanti e la Resistenza lucchese; a Isabella Tobino il compito di illustrare il ruolo di Mario Tobino nella lotta di liberazione in Versilia e a Lucca con Fu un amore, amici; resistere per Mario Tobino; Roberto Pizzi, storico da tempo impegnato a indagare sulle vicende di Lucca moderna, interviene sul tema Coraggiosi medici lucchesi impegnati a curare la società col pensiero e con le armi; Feliciano Bechelli, Isrec Lucca, con Medici sul fronte garfagnino; tra assistenza ai civili e azioni partigiane e Roberto Rossetti, Isrec Lucca, con L‘avere cura: esperienze di medici nella Resistenza e per la Resistenza in Versilia concorrono ad ampliare lo sguardo del convegno e dei suoi partecipanti all’intera provincia.
Introduce e coordina Luciano Luciani dell’Istituto storico della Resistenza di Lucca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.