Stop violenze, tornano le iniziative del ‘fiocco bianco’

“L’amore non alza le mani, ti prende per mano”. Questa una delle tante frasi simbolo della nuova campagna del Fiocco Bianco che anche quest’anno, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre, è carica di grandi momenti di riflessione per grandi e piccini. Sarà infatti una settimana ricca di appuntamenti quella realizzata dai numerosi enti e associazioni per affrontare un tema tanto delicato quanto attuale che purtroppo, nonostante le grandi campagne di sensibilizzazione, non riesce ancora a staccarsi dalla nostra società.

Il dettaglio delle iniziative è stato presentato questa mattina (20 novembre) dall’assessore alle politiche di genere Ilaria Vietina insieme alle rappresentanti della Provincia di Lucca e delle associazioni Fidapa, Centro Antiviolenza Lucca, Città delle Donne, del centro Il Bucaneve e delle commissioni pari opportunità di Lucca e di Capannori, insieme alla giornalista e scrittrice Flavia Piccinni. Partiamo in ordine cronologico: tra le iniziative senza dubbio più suggestive quella dell’Orange the world, la campagna promossa dall’Onu che, a partire da questa sera, vedrà in tutta Italia pezzi di storia delle città colorarsi di arancione per dire ‘basta’ alla violenza sulle donne. A Lucca la protagonista sarà Porta Elisa che sarà illuminata fino al 10 dicembre, data che ricorda l’approvazione della dichiarazione universale dei diritti dell’uomo promossa nel 1948 dalle Nazioni unite. Giovedì (22 novembre) alle 17 a Villa Bottini sarà invece presentato il libro di Maria Grazia Anatra Lo possiamo tenere con noi?. Un testo, come ha affermato l’assessore Vietina, “primo ad affrontare questa tematica per i bambini e siamo fiere che sia proprio Lucca a dare all’Italia questo piccolo grande contributo che non esisteva”. Il testo, infatti, sarà presentato in ogni angolo del Paese con l’obiettivo di essere inserito tra i testi scolastici. “La violenza assistita è quasi sempre presente in ogni caso di violenza ed è importante dare parola ad un dolore che difficilmente riesce a trovarla – ha aggiunto Silvia Mammini del centro antiviolenza Luna – Bello usare il linguaggio narrativo per entrare con delicatezza in un argomento così importante”.
Sabato (24 novembre) dalle 10 alle 12 altro appuntamento a Palazzo Pretorio dove sarà offerta l’occasione di un incontro con studenti e cittadinanza impegnati in una vera e propria manifestazione con letture, interventi e brani musicali.
Sabato, inoltre, in tutto il territorio del Comune di Lucca si terrà la celebre campagna Pane amore e…non violenza con la distribuzione di sacchetti per il pane ai fornai aderenti che incarteranno proprio i prodotti alimentari in buste che riportano messaggi contro la violenza di genere e i recapiti utili in caso di necessità. Iniziativa ormai ‘anziana’ che ogni anno riesce ad avere sempre un grandissimo impatto.
Domenica (25 novembre), giornata culmine degli eventi, alle 15 sarà inaugurata un’altra “panchina rossa” al centro di cittadinanza Il Bucaneve a Santa Maria a Colle mentre alle ore 16 saranno aperte le porte della mostra fotografica Gli strappi dell’anima a Villa Bottini.
“La panchina – spiega una rappresentante del centro – è stata dipinta dai migranti che frequentano il nostro centro per seguire le lezioni di lingua italiana. Scelta da loro anche la frase che sarà riportata su di una targa: ‘L’amore non alza le mani ma ti prende per mano’. Un bell’evento per l’Oltreserchio che vedrà anche un dibattito con Simonetta Simonetti e, a seguire, un bell’apericena”.
Panchina rossa anche a Ruota, sui pendii del Compitese, dove l’evento sarà curato dalla commissione pari opportunità di Capannori e vedrà la presenza della vice sindaco Silvia Amadei. Il 25 novembre appuntamento anche con l’esposizione di fotografie e video della performance Non ci provar del pittore italo-argentino Salvator Gaudenti nei locali di LuccaLibri dalle 10,30 alle 12,30. I giorni scorsi, come ha raccontato Silvana Sechi dell’associazione Città delle donne, il gigantesco quadro dell’artista raffigurante una giovane donna con in bocca un coltello ha fatto il giro del centro storico (passando anche da via della Dogana, un tempo celebre per i suoi bordelli, e dall’Istituto Giorni che, essendo una scuola prevalentemente maschile, ormai da anni lavora sulla cultura del rispetto). Foto e video di questa giornata speciale saranno quindi esposte a LuccaLibri per un altro momento di confronto e dibattito.
Domenica inoltre grandissimo evento in sala Tobino che oltre all’intervento di varie associazioni (per citarne alcune il codice rosa e associazione Luna) vedrà anche la presenza delle Crocerossine del comitato di Lucca che saranno premiate per le loro quasi eroiche missioni all’estero nelle zone più pericolose del mondo dove, purtroppo, non sono mancati episodi di violenza di genere. Ma gli eventi non si fermano certo al 25 novembre.
Il 28 alle 21 all’auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca sarà proiettato, a cura dell’associazione Maschile plurale, anche il film Orlando. Un evento, quello del 28, ideato per mettere in luce anche il punto di vista degli uomini, spesso impegnati nelle campagne di sensibilizzazione su questo tema. Persino la campagna dei Fiocchi Bianchi, come ha ricordato l’assessore Vietina, è stata creata da un gruppo di uomini. Altri appuntamenti si svolgeranno nelle settimane successive al Cred come Donne al quadrato, un percorso dedicato alla “libertà economica” a cura di Global Thinking Foundation mentre, il 6 dicembre alle 17 sarà presentata la Carta delle bambine. Questi incontri si svolgeranno nella Sala Maria Eletta Martini del Cred.
“La carta delle bambine – ha detto Paola Soccini di Fidapa – è un documento scritto e approvato dalla nostra associazione a livello internazionale per lottare per i diritti delle piccole donne. Purtroppo esistono ancora oggi episodi di lavoro minorile, ma anche il fenomeno delle ‘spose bambine’ e la tratta, dove purtroppo le minorenni sono sempre le più appetibili”.
All’evento parteciperà anche Flavia Piccini, celebre scrittrice divenuta tale per le sue ‘Bellissime’ che hanno scaturito addirittura dibattiti in parlamento e spinto ad attuare norme sui minori più incisive, specie quelle sulla strumentalizzazione dei bambini nel mondo della moda e della pubblicità.
Quella di oggi è stata anche un’occasione per presentare la nuova commissione di pari opportunità del comune di Lucca che ha provveduto a eleggere le proprie cariche proprio in concomitanza della campagna internazionale del Fiocco Bianco.
“Siamo di recente costituzione ma siamo già partite alla grande – ha detto la presidente Cristiana Dell’Arsina –. Questa commissione ha dato il proprio patrocinio alla pubblicazione del libro per la prima infanzia che tratta il tema della violenza domestica di Maria Grazia Anatra e con particolare attenzione l’evento del Fiocco Bianco al Loggiato di Palazzo Pretorio durante il quale studenti e studentesse incontreranno la cittadinanza e l’illuminazione di Porta Elisa. Siamo consapevoli – continua – che il fenomeno cui si riferisce il tema della campagna internazionale è trasversale a tutti gli strati sociali, a tutte le età e multidimensionale, per cui l’obiettivo deve essere anche quello di contribuire a cambiare i comportamenti delle persone, come strategia continuativa ed efficace nel tempo, attraverso l’ascolto, il confronto e la diffusione delle esperienze di ciascuno su questi temi”.

Giulia Prete

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.