‘Officina Verzura’, grandi ospiti allo Spazio Salvetti

Vittorio Sgarbi, Andrea Scanzi e Giampiero Mughini sono i tre ospiti che il luogo dell’artigiano artista Andrea Salvetti ospiterà per l’edizione zero di Officina Verzura.
Tra cibo, arte e conversazione, Spazio Salvetti (in via Nazionale 180 a Saltocchio), grazie alla collaborazione con Dì Lucca, Creativa e alle più rinomate attività di cucina del territorio, ospita tre eventi in tre differenti serate all’insegna del confronto e della condivisione: domenica (31 marzo), La follia nell’arte, a cura di Vittorio Sgarbi, cucina per gli ospiti Gabriele Bonci, della Pizzeria Bonci; lunedi 15 aprile, Fabrizio De Andrè, vent’anni dalla sua morte, a cura di Andrea Scanzi, cucinano per gli ospiti Lorenzo Stefanini, Benedetto Rullo e Stefano Terigi del ristorante Il Giglio; giovedi 18 aprile, Se il destino spezza un’opera geniale, a cura di Giampiero Mughini, cucinano per gli ospiti Damiano Donati del ristorante Il Punto e Cristiano Tomei del ristorante L’Imbuto.
Ogni serata unisce al dibattito con l’ospite e all’esperienza del cibo, una diretta streaming, grazie a Dì Lucca, nell’intento di “allargare lo sguardo su questo itinerario creativo e creare una continuità anche con altre realtà anche fuori dalla nostra città”, dice Francesco Poggi, ex sindaco di Borgo a Mozzano e ideatore di Officina Verzura.  Il teatro di Verzura nasce nel 2007 a Borgo a Mozzano dove, nel giardino dell’ex convento Oblate si svolgono ogni estate incontri culturali con ospiti del panorama nazionale ed internazionale e “Questo progetto unisce, appunto, la storia del teatro, che ha visto ospiti più di 300 grandi personalità in undici anni, ad altre esperienze significative del nostro territorio: il cibo, la televisione, grazie a Di Lucca e la figura di Andrea Salvetti – spiega ancora Francesco Poggi – I posti disponibli sono 100 e l’ingresso ha il costo di 30 euro a persona, l’abbonamento a tre serate ha il costo di 80 euro. Prenotazioni a OfficinaVerzura.com“. 

Il progetto è stato presentato oggi (27 marzo) al centro Agorà, a Lucca. Presenti, oltre a Francesco Poggi, Patrizia Grotti, moglie di Andrea Salvetti, Giuseppe Bini di Dì Lucca, Cristiano Tomei del ristorante L’Imbuto e l’assessore del Comune di Lucca, Stefano Ragghianti. 
“Ingredienti semplici per una formula vincente che che unisce la qualità a un’esperienza d’arte – ha detto l’assessore Ragghianti – L’obiettivo è quello di portare questa iniziativa anche fuori dal nostro territorio, grazie alle dirette streaming appunto, per diffondere la nostra cultura”. “Per noi – interviene Giuseppe Bini, Dì Lucca – la diretta streaming è uno strtumento per allargare i nostri orizzonti. In più il tutto è organizzato in uno spazio molto suggestivo perché ci troveremo proprio nel laboratorio dell’artigiano Andrea Salvetti, luogo di strumenti e di creazione dell’artista defunto”.
“Ero molto amico di Andrea Salvetti – dice Cristiano Tomei, ristorante L’Imbuto – e per lui la condivisione era fondamentale. La cucina, l’arte stessa, dovrebbero condividere senza filtri, dunque ringrazio per l’opportunità di partecipare che mi è stata data”. “Tra gli organizzatori c’è anche la rivista Cook-ink, nella figura di Anna Morelli – conclude Patrizia Grotti, moglie di Andrea Salvetti – ed è proprio in Anna che risiede il cuore della cucina emergente lucchese. E’ anche grazie a lei se siamo riusciti a valorizzare lo Spazio Salvetti e se tutto questo è possibile. Abbiamo recuperato le energie e ridato vita a tutto quello che Andrea, con le sue idee di libertà e condi8visione, ci ha lasciato di bello”. 
Questo progetto ha il patrocinio del Comune di Lucca, del Comune di Borgo a Mozzano e della libreria Ubik; tra i partners tecnici LuccaBioDinamica, San Bernardo, Bacci 1925, pizzeria Bonci, ristorante L’Imbuto, ristorante Il Giglio, Punto, officina del gusto, Mennucci, Naturanda, Brutòn. Sponsor sono invece sicetelecom.it, imballcenter, Irio Bergamaschi arte e design, stabilimento balneare Moby Dick. 

Rebecca Del Carlo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.