Lucca celebra S. Paolino tra corteo storico e spettacoli

San Paolino tra sacro e profano. Un calendario ricco di iniziative per celebrare il patrono della città. A partire da domani (3 luglio) fino alla serata conclusiva del 18 luglio si susseguiranno gli appuntamenti nelle piazze e nelle chiese. Tra gli eventi principali si ricordano la Luminara di giovedì prossimo (11 luglio), il palio di venerdì (12 luglio), il corteo storico e la parata di bandiere in onore di San paolino di sabato sera (13 luglio) e la festa in piazza con musica, prosa e poesia di domenica (14 luglio). “Un calendario fitto e denso di celebrazioni in omaggio al patrono della città – afferma soddisfatto Stefano Ragghianti -. Una festa in parte religiosa e in parte di tradizione, che ritrova nella storia e nel divertimento gli elementi fondanti della comunità. Un richiamo non solo per i cittadini lucchesi ma anche per i turisti, reso possibile dalla grande collaborazione che si è creata tra i gruppi storici della città”.

Una tradizione comunitaria portata avanti dalla collaborazione tra le diverse realtà associative storiche di Lucca come la Compagnia balestrieri, l’associazione sbandieratori e musici di Sant’Anna, l’associazione contrade di San Paolino, Historica Lucense, il comitato di San Paolino e l’Arcidiocesi di Lucca che questa mattina (2 luglio) hanno presentato il programma insieme ai rappresentanti dell’amministrazione. Come ricorda il funzionario William Nauti, infatti, lo sforzo di superare le divergenze tra i gruppi ha facilitato la collaborazione con l’amministrazione. “Abbiamo lavorato a un programma ricco per dare continuità alle celebrazioni – ha precisato il comitato di San Paolino – e unire sacro e profano, piazze e chiese”. Tra le iniziative storiche anche quelle promosse dall’Historica Lucense che, con spari a salve di 12 colpi di artiglieria, richiamerà le tradizioni di comunità. “La 45esima edizione è valorizzata dalla collaborazione con l’amministrazione – ha detto il presidente della Compagnia balestrieri – che si sviluppa per arrivare a quel coinvolgimento identitario così forte in altre città. Siamo felici e orgogliosi della partecipazione di tutti i gruppi storici alla manifestazione, che vinca il migliore!”. Grande attesa anche per la parata delle bandiere in onore di San Paolino. “Un evento di revocazione storica che gode, insieme agli altri, della certificazione della Regione Toscana – ha detto la rappresentante dell’associazione sbandieratori e musici – e che assume quindi rilevanza a livello nazionale”. Nel mentre cresce l’attesa per l’esito del palio di venerdì prossimo. “Un grazie all’amministrazione – ha ribadito il rappresentante delle Contrade di San Paolino – che ha preso carico del lavoro di coordinamento per le manifestazioni del giorno della Libertà, di San Paolino e Santa Croce”. Il programma inizierà domani (3 luglio) alle 18 con la celebrazione eucaristica in San Tommaso in Pelleria dell’arcivescovo Paolo Giulietti. A seguire una piccola festa di quartiere. Il giorno seguente (4 luglio) alle 18,15 in piazza Cittadella l’appuntamento è con la Cartolina Pucciniana dedicata a Madama Butterfly, a cura del museo Casa Puccini e del Teatro del Giglio. Alle 20,30 le iniziative si spostano nei locali di piazza San Pierino per il torneo di Burraco. Domenica (7 giugno) alle 21,15 nella basilica di San Paolino si rinnova l’appuntamento con la musica con la rassegna La polifonica Lucchese incontra il coro Northwood College di Londra. Altre due iniziative musicali sono in programma il 9 luglio. Alle 18,45 per le vie della città con Passa la Banda a cura del complesso bandistico Puccini di Nozzano Castello che la sera alle 21,15 in piazza Cittadella propone il concerto di musica popolare, classica e operistica di vari paesi. Mercoledì (10 luglio) alle 21,15 nella basilica di San Paolino si svolgerà la serata di preghiera in preparazione della festa del Santo Patrono in compagnia dei testimoni feriali della fede del nostro tempo. La sera dell’11 luglio, la Luminara rievoca il corteo che nel 1100 accompagnò la salma del Santo dal luogo del ritrovamento all’attuale basilica. Alle 18,30 in piazzale Verdi cinque salve di artiglieria storica, a cura di Historica Lucense, saluteranno l’inizio della Luminara. Alle 21 partirà il corteggio storico per raggiungere piazza San Martino dove è prevista l’esibizione a cura di Contrade San Paolino. Seguirà l’estrazione dell’ordine di tiro per il Palio di San Paolino. Alle 22,30, sul sagrato della basilica di San Paolino, si svolgerà la preghiera per la città, la benedizione dei balestrieri, del palio e di tutti i gruppi storici partecipanti. Concluderà la serata una cena in costume storico nel chiostro del centro culturale Agorà in piazza dei Servi. Venerdì (12 luglio) la giornata celebrativa si apre alle 10,30 nella basilica di San Paolino con il solenne pontificale presieduto dall’arcivescovo Giulietti. Saranno presenti i sindaci dei comuni dell’arcidiocesi e, durante la celebrazione, il sindaco di Lucca offrirà il cero votivo mentre il primo cittadino di Borgo a Mozzano offrirà l’olio per la lampada che arderà per tutto l’anno in onore di San Paolino. Alle 12 come da tradizione, grazie a Historica Lucense saranno sparati a salve 12 colpi di artiglieria storica dalla cannoniera destra del baluardo San Donato. Dalle 15 alle 18, il picchetto d’onore sarà presente nella basilica di San Paolino, dove alle 18, verrà celebrata la messa. Alle 20,30 inizierà la preparazione al palio organizzato dall’amministrazione comunale con la collaborazione della Compagnia balestrieri di Lucca, l’associazione sbandieratori e musici di Sant’Anna, l’associazione Contrade di San Paolino, dedicato al patrono con la partenza dei corteggi storici dalle rispettive sedi verso piazza San Martino dove alle 21,30 si svolgerà la tradizionale gara di tiro con la balestra disputata tra i tiratori dei terzieri cittadini secondo l’antico regolamento del 1443. Sabato (13 luglio) dalle 11,30 alle 13 e dalle 18,30 alle 20 alla piattaforma di San Frediano Historica Lucense proporrà ripetute salve di artiglieria storica e, nel sotterrano, una serie di attività didattiche con esposizione di pezzi di artiglieria, armi e oggetti d’epoca. L’iniziativa verrà ripetuta anche domenica (14 luglio). Alle 20,30 partirà da piazzale Verdi per dirigersi in piazza San Martino, il corteo storico organizzato dall’associazione sbandieratori e musici mentre alle 21,30 l’appuntamento è con la Parata di bandiere in onore di San Paolino. Un altro appuntamento importante della giornata è quello delle 21, a San Martino in Vignale, dove l’arcivescovo Giulietti celebrerà la Santa messa in ricordo di Arturo Paoli nel quarto anniversario della morte. Domenica (14 luglio) alle 10,30, nella basilica di San Paolino, Monsigor Giulietti presiederà la celebrazione eucaristica in onore del patrono. Alle 20 in piazza San Pierino, l’appuntamento è con Ci si ritrova in piazza con una festa aperta a tutta la città con musica, prosa e poesia. Infine, il ricco programma di celebrazione, si chiuderà giovedì (18 luglio) dalle 21,15 in piazza della Cittadella con una serata di Karaoke a cura di Max e Stefano.

Jessica Quilici

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.