Quantcast

Allo Spazio Salvetti le ‘teste di cactus’ di Biscalchin

Da venerdì (27 settembre) a domenica le Teste di Cactus di Gianluca Biscalchin saranno in mostra a Spazio Salvetti, in via Nazionale 180 a Saltocchio.
Gianluca Biscalchin – illustratore, giornalista e gastronomo – negli ultimi tre anni ha sviluppato Hortus Transgenicus: un progetto sui mutamenti della natura dovuti all’inquinamento umano. Teste di Cactus è parte di questo lavoro.

“Passato il tempo dei giardini conchiusi, degli orti dei semplici, dei botanismi ancien régime, non ci rimane che una serie di mutazioni, di mostri metamorfici da fissare sulla carta per ricordarci che stiamo attraversando l’era di un barocco transgenico. Una eco-denuncia lanciata a colpi di rimembranze rococò e atmosfere da dimora decaduta. I guardiani di questo orto geneticamente modificato sono degli esseri dal corpo seicentesco e la testa a forma di cactus… saranno loro a guidare il pianeta quando la razza umana sarà estinta. Non sfuggirà, nell’assonanza del titolo della mostra, un giudizio nei confronti del genere umano che sta trasformando la propria casa in un orrendo letamaio”.
Gianluca Biscalchin come disegnatore lavora con testate giornalistiche nazionali – Repubblica, Corriere della Sera, Cook_inc., Gambero Rosso – e case editrici tra cui Electa, Mondadori, Giunti e Guido Tommasi.
Ha scritto e illustrato per Mondadori Pret-à-gourmet (guida ironica all’alta cucina) e per Electa Kids Regioni d’Italia e Fiumi. Ha realizzato lo skyline di Milano per il Comune, usato per Expo. Come designer ha collaborato alla decorazione del nuovo quartier generale Lavazza a Torino con lo studio Cino Zucchi e Rga, e al primo flagship store dell’azienda a Milano. Ha creato l’immagine per il bistrot milanese Taglio e ha collaborato con alcuni ristoranti e hotel come Spazio Milano, il St Regis di Roma, il San Pietro di Positano e l’Albereta di Erbusco. Inoltre crea libri per bambini, scrive di cibo e viaggi, decora ristoranti, menu, piatti, progetta etichette di vino e packaging alimentare, inventa manifesti per eventi, crea carte da parati narrative e partecipa ad alcune trasmissioni radiofoniche su Rai Radio2.
L’artista sarà presente al vernissage di venerdì (27 settembre) dalle 19 per una serata di arte, cibo e convivio a cura degli chef Lorenzo Stefanini, Stefano Terigi e Benedetto Rullo del Ristorante Giglio di Lucca e di Paolo Parisi dell’azienda agricola Le Macchie di Usigliano di Lari.
Il metodo classico Franciacorta Berlucchi ’61 Brut dell’azienda Guido Berlucchi accompagnerà la serata assieme alle birre del Birrificio artigianale Baladin di Piozzo, ai vini dell’azienda agricola Tenuta di Valgiano di Capannori e all’Acqua San Bernardo nell’elegante bottiglia realizzata da Giorgetto Giugiaro. L’azienda Naturanda di Giorgio Bartoli collaborerà fornendo piatti ecologici, riciclabili e biodegradabili. La serata sarà animata dal dj set di Salvatore Giardinieri.
Un ringraziamento particolare va a tutti i partner della serata Berlucchi, Baladin, Acqua San Bernardo, ristorante Giglio, azienda agricola Le Macchie, Naturanda, pastificio Mennucci, Cook_inc., Magazzino 77, Bottega 2.0, Studio Lazzarini, libreria Ubik Lucca e Studio Creativa.
Orari mostra: sabato (28 settembre) dalle 17 alle 20. Le opere saranno in vendita durante tutta la durata dell’esposizione, a partire dal vernissage. Oltre alle Teste di Cactus saranno esposti – e in vendita – altri lavori dell’artista, come le carte da parati narrative. Un mondo tutto da scoprire quello di Gianluca Biscalchin, in esclusiva a Spazio Salvetti solo per un weekend. Da non perdere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.